balle spaziali

Dagospia scivola sull'autopsia di Roswell. E prende per buono un fake

0
Alfredo Lissoni

Alfredo Lissoni

Alfredo Lissoni è insegnante di religione e scrittore, socio del Centro Ufologico Nazionale, si occupa da molti anni di ufologia; milanese, già collaboratore del Nuovo Giornale di Bergamo, ha al suo attivo diverse collaborazioni per le principali riviste del settore: Notiziario UFO, Dossier Alieni, Giornale dei misteri, X-files, UFO dossier X, UFO Notiziario del CUN, Oltre la conoscenza, Oltre l'ignoto. Autore di programmi radiotelevisivi e consulente esterno per trasmissioni Mediaset, spesso in TV, ha realizzato diverse opere multimediali per Peruzzo; autore dell'enciclopedia Misteri e verità, ha altresì gestito un videotel ufologico ed è autore di 24 libri sugli UFO.

Se son rose (anzi Roswell) fioriranno. Più o meno così commenta Roberto D'Agostino sul suo sito Dagospia, a proposito di "uno straordinario filmato appena emerso" sul caso Roswell. E se son cachi? Perché questa volta Dagospia la cantonata l'ha presa bella grossa. Già perché la sequenza rigorosamente in bianco e nero che mostra i militari americani recuperare un cadavere alieno a Roswell e portarlo via in barella altro non è che la scena finale, debitamente montata togliendo gli spezzoni a colori, del film Alien Autopsy di Jonny Campbell (interpretato da Declan Donnelly e Ant McPartlin ed uscito nel 2006, presentato da Wikipedia come "ricostruzione scherzosa della genesi del filmato Autopsia di un alieno"), che racconta come fosse stato realizzato un celebre falso UFO degli anni Novanta, noto come "Santilli Footage".


Per carità, già in tanti eran cascati nella bufala del Santilli Footage, venduto a caro prezzo alle tv di mezzo mondo dal cineproduttore inglese Ray Santilli e spacciata come la "vera" autopsia ad uno degli alieni (anzi, aliene, dato che sembrava una femmina) spiaccicatesi con un disco volante a Roswell, Nuovo Messico, nel lontano luglio del 1947. D'Agostino riprende il video pubblico sul tabloid scandalistico The Sun da un certo Patrick Knox e commenta: "Lo straordinario filmato appena emerso mostrerebbe un alieno portato via in barella dopo l'incidente di Roswell del 2 luglio 1947 (2 o 4? Gli esperti non sono concordi nemmeno sulla data dello schianto; NdR), quando, secondo alcuni, una navicella cadde nel sito del New Mexico e i militari recuperarono dei corpi extraterrestri".


E ancora: "Il video è stato caricato su YouTube e non c’è certezza che sia autentico (ah, meno male!). Recentemente il regista Spyros Melaris ha confessato di aver inscenato la famosa autopsia aliena di Roswell (il Santilli Footage; NdR) in un appartamento di Londra con sculture e frattaglie, ma i cacciatori di Ufo non sembrano avergli creduto". Già. E contro questa nuova versione si era già scagliato l'ufologo inglese Philip Mantle, lo stesso che peraltro nel 1995 s'era bruciato la reputazione giudicando autentico il Santilli Footage. Tutte queste cose D'Agostino, non essendo un ufologo, non è tenuto a saperle. Io all'epoca c'ero e ho seguito tutto, invece.


Ma senza essere per forza un ufologo, e scrivendo per un sito seguito da un pubblico sterminato, se si fosse degnato di fare un giro su YouTube avrebbe scoperto che il "nuovo video" era già stato caricato sospettosamente nel 2009 da un certo Eirc Pones (che peraltro non aveva racimolato molte visualizzazioni); che ancora nel 2011 il "nuovo video" era stato ripostato da un certo Massif1001, decisamente più fortunato (oltre 130mila visualizzazioni da allora ad oggi). A giugno di quest'anno il video ha ripreso a circolare, postato un po' ovunque.

In realtà è sufficiente guardare il film di Campbell per scoprire che le sequenze sono state estrapolate dal film Alien Footage (qui ne esiste una versione piratata; la sequenza incriminata inizia a 1:15:55), ma D'Agostino non lo sa. E la frittata ormai è fatta. Vi è chi ritiene che la megabufala sia stata orchestrata dal sito cospirazionista Uncensoredpublications di Jonathan Eisen; di sicuro c'è che la sequenza ha iniziato a circolare dopo la commercializzazione del film Alien Autopsy. Una bufala da un film su una bufala...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU