governo ombra e nuovo ordine mondiale

Bildeberg: i padroni occulti del mondo si radunano in Germania

L'élite economica, tra le più influenti sul campo politico globale, discuterà di Cina, Brexit, immigrazione, presidenziali USA. Con la speranza che si limitino alle semplici parole...

Redazione

Riuniti a Dresda per quattro giorni (oggi è l'ultimo), per parlare di TTIP, petrolio, Cina, presidenziali USA e immigrazione, i 130 esperti del Club Bildeberg, la potente lobby nata nel 1954 per volere del petroliere USA David Rockefeller e sempre più spesso accusata di manipolare la politica per volgere a proprio tornaconto le crisi internazionali. Fra gli italiani ci sono, come ormai da quasi ogni anno, Franco Bernabè, ex presidente di Telecom, la giornalista Lilli Gruber, l'ex sottosegretario agli Esteri Marta Dassù, Claudio Costamagna, presidente di Cassa Depositi e prestiti, e John Elkann, presidente di Fca.


Fra gli altri invitati, il direttore del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde, due premier - Mark Rutte, Olanda, e Charles Michel, Belgio - i ministri delle Finanze di Olanda e Canada, i ministri della Difesa e degli Interni tedeschi, Ursula van der Leyen e Thomas de Maziere, la vice presidente della Commissione europea Kristalina Georgieva.


Le conclusioni del gruppo di politici ed economisti VIP (che prendono il nome dall'albergo olandese de Bilderberg a Oosterbeek vicino Arnhem, ove si radunarono per la prima volta) non sono mai note, in quanto i potenti del pianeta sono soliti riunirsi a porte chiuse, lontano dagli occhi indiscreti dei media che "potrebbero travisare le loro parole". Il leghista Mario Borghezio, che cercò di entrare di straforo ad una delle loro riunioni, fu pestato a sangue. Questa segretezza ha acceso la fantasia di molti complottisti, che accusano il team di essere una sorta di "governo ombra" parallelo, che influenza la politica e manipola le masse.


Come al solito, la concomitanza di appuntamenti cruciali per l'economia e la politica, è sospetta. Dei Bildeberg è nota la paura per i "movimenti nazionalisti" - come rivelato da alcune carte sottratte già nel lontano 1966 e recentemente pubblicate da Wikileaks - per la qual cosa furono indottrinati "senatori, industriali e sindacalisti"; ma anche il ruolo non indifferente dell'instaurazione della moneta unica (i cui sponsor Romano Prodi e Mario Monti ritroviamo nell'incontro austriaco del 2015), ventilata già nel 1955 durante l'incontro tedesco a Garmisch-Partenkirchen ed imposta in barba alle volontà nazionali, senza alcuna consultazione referendaria preventiva.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU