Grido d'aiuto

Accumoli, terremotati in piazza: "Da Renzi solo promesse, siamo stati abbandonati"

I residenti dei paesi colpiti dal sisma si sentono lasciati soli dallo Stato: "Basta parole! Ora abbiamo bisogno di fatti, per consentici di tornare a vivere qui"

Redazione

Circa 400 terremotati hanno manifestato domenica per le strade di Grisciano, una delle 17 frazioni di Accumoli, per denunciare come a più di quattro mesi di distanza dal terremoto del 24 agosto scorso, che ha provocato quasi 300 vittime e distrutto molti borghi del Centro Italia, la situazione non sia per nulla cambiata. Una delegazione è giunta anche dalle Marche, da Capodacqua (Arquata del Tronto) per puntare il dito contro lo Stato, in particolare contro le promesse disattese da parte dell'ex premier Matteo Renzi, segretario del Partito Democratico: "Da lui solo promesse" si sono lamentati molti dei manifestanti. "Siamo stati abbandonati".

"Il freddo, la neve e il gelo, eventi più che prevedibili visto l'arrivo della stagione invernale che in queste zone è particolarmente rigida, hanno del tutto fermato le poche iniziative che lentamente erano state prese", denunciano i terremotati in una nota, lamentando di essere stati dimenticati dallo Stato. Tra le problematiche evidenziate dai partecipanti alla protesta anche lo spostamento delle macerie: "Qui a Grisciano ancora stiamo con le macerie. Ieri sono venuti con delle ruspe e ci hanno detto che le porteranno a Roma: è assurdo". In altre frazioni invece le macerie sono ancora lì, ora coperte dalla neve.

Un altro aspetto importante e vitale per il territorio, sul quale i rappresentanti delle popolazioni colpite dal sisma fanno presente che non si può continuare a perdere tempo, è quella delle realtà imprenditoriali locali: "Qui la gente per non far morire gli animali e la produzione di prodotti locali, lavora nelle fattorie a meno 18 gradi. Servono interventi urgenti per salvare anche l'economia del territorio, un patrimonio che si rischia di perdere senza interventi". Disperato il grido d'aiuto: "Basta parole! Abbiamo bisogno di fatti, per consentire a chi è nato e cresciuto qui di tornare a vivere in questi luoghi".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Pronte le regole per l'Ape volontaria
Cambi dopo parere Consiglio Stato

Pronte le regole per l'Ape volontaria

Cene a Jesolo senza pagare, denunciato
identificato da Polizia, rischia espulsione

Cene a Jesolo senza pagare, denunciato


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU