SCACCIAVA I DEMONI E GUARIVA LE DONNE STERILI

Padre Tito, il S. Pio della Brianza

Era un cappuccino del monastero brianzolo di Oreno. Morto in odore di santità, operava guarigioni miracolose del corpo e dell’anima grazie ad una reliquia di Padre Pio

Alfredo Lissoni

In molti lo considerano il Padre Pio della Brianza. Giacomo Bresciani, frate cappuccino chiamato padre Tito dai suoi confratelli, era nato il 30 gennaio 1921 a Viadanica (BG), sulla costa del lago d’Iseo, e si è spento in odore di santità il 16 giugno 2004, gravemente malato all’Ospedale di Bergamo. Scacciava il demonio ed operava guarigioni miracolose del corpo e dell’anima. Ma soprattutto era un uomo umile e buono. Fra Raffaele della Torre, primo direttore della Comunità Molino per il recupero dei tossicodipendenti, lo ricorda così: “Padre Bresciani, allora Guardiano di Oreno in Brianza ci dimostrava ogni volta in modo concreto la sua contentezza di essere cappuccino: quando ordinava anatre e polli per i suoi frati, raddoppiava ogni volta l’importo di denaro che ci dava per saldare il conto”.

 "C’era un flusso incessante di gente che voleva incontrarlo, e lui accoglieva le persone tre volte al giorno, mattina, pomeriggio e sera; molti si mettevano in fila già alle tre del mattino, per avere una sua benedizione", dicono i suoi devoti. Ed il flusso incessante dei fedeli era dovuto anche alla fama di santità di padre Tito. In molti dissero di avere ricevuto grazie e persino miracoli. Ci racconta l'uomo che gli fece da autista personale, quando il frate si ammalò e non riuscì più a camminare: “Il miracolo più grande? La conversione di centinaia di persone. Ne ho visti tanti che non ricordavano più l’Ave Maria mettersi a pregare con lui. Era di poche parole ma ti incantava con la sua umiltà di uomo semplice. Chi lo conosceva, non lo abbandonava più. Dei miracoli, padre Tito non voleva parlare; ‘i miracoli li fa il Padreterno’, diceva, ma ho visto tante donne che non riuscivano a restare incinte, che i ginecologi avevano dichiarato essere sterili, rivolgersi a lui per una benedizione ed in seguito diventare madri. È successo persino a mia nipote, che era arrivata da Brescia per una benedizione. I ginecologi con lei erano stati categorici: non poteva avere figli. Adesso ha un maschio ed una femmina".

E poi ci sono gli esorcismi. Ci raccontano: “Tante donne sono arrivate al convento vittime di malefici, indemoniate; in un caso ci fu persino una suora, le cui urla si sentirono per tutto il paese; arrivavano da tutta l’Alta Italia e persino dalla Svizzera per farsi esorcizzare da padre Tito. E venivano liberati. Per vent’anni di fila c'è stata una processione continua di persone. A volte faceva come Padre Pio, mandava via le persone, diceva loro di tornare un’altra volta. E le benediceva solo quando era certo che fossero realmente pentite. Era come se ti leggesse nell’anima: ti inquadrava subito, gli bastava guardarti negli occhi per capirti”. I suoi fedeli gli hanno fatto erigere una statua nel cimitero di Oreno in Brianza, ove riposano le spoglie di questo grande uomo.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il mistero dei templari, convegno al Pirellone
i cavalieri del tempio a milano

Il mistero dei templari, convegno al Pirellone

La Madonna appare in Siria
la profezia della guerra

La Madonna appare in Siria

La Madonna appare a S.Bonico?
miracolo a piacenza

La Madonna appare a S.Bonico?

Quando il Santo Volto sanguinò nel Benin
prodigio nella diocesi di cotonou?

Quando il Santo Volto sanguinò nel Benin


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU