SCHEGGE DVRACRVXIANE

Vogliono i vaccini obbligatori, ma se ne fottono se i contagiati della Diciotti vanno a zonzo dove giocano i nostri bambini

0
Helmut Leftbuster

Helmut Leftbuster

Helmut Leftbuster nasce a Roma abbastanza tardi da essersi goduto i mefitici effluvi scolastici e universitari del ’68. Nella vita non scrive (semmai parla!), ma lo fa per passione e missione, essendo un convinto assertore di quelle libertà di pensiero e di opinione che, ben 3000 anni dopo Atene e Roma, vengono messe sotto assedio da una sorta di Pensiero unico depressivo, nichilista e soprattutto antidemocratico.

Il suo nome nasce dal connubio fra l’aulicità del romanticismo nibelungico e lo humor “trash” col quale Egli si rende guastatore delle peggiori ipocrisie progressiste e radical-chic.

Il “castigat ridendo mores” contraddistingue da sempre il tenore tematico e stilistico sia delle sue collaborazioni (Qelsi, Arianna Editrice e, ora, anche Il Populista) sia della gestione del blog che coordina, Aristocrazia Dvracrvxiana, ove si ciondola dal ghibellinismo dantesco (la “Dvra Crvx” del Poeta e non la “moscia crux” di 4 fricchettoni post-conciliari) a ricette gastronomiche identitarie messe a tavola per onorare  contadini e pastori nostrani ed indurre giovanissimi e massaie a dire "basta!" a venefiche porcherie sottocosto globalizzate e a cazzarate eque e solidali.

Il suo motto è «alla "povertà" si guarda, non si crede».

Se questi sono i politici e gli elettori che vogliono a tutti i costi far vaccinare i nostri figli, forse bisognerebbe sbirciare meglio fra le sostanze che vorrebbero inocularci con tanto accanimento. Già, perché se davvero la loro preoccupazione fosse la salute dei bambini, li proteggerebbero anzitutto dall’evidente rischio di contagio con i tanti migranti “accolti” e poi lasciati dileguarsi chissà dove nonostante la loro pericolosità infettiva sia stata comprovata, oltre che dalle autorità salite a bordo della nave Diciotti bardate come palombari, anche dalle stesse piagnucolose immagini che, maldestramente, ci hanno propinato per giorni con l’intento di convertirci al loro immigrazionismo forsennato.


Se dunque non è la preoccupazione per la salute dei nostri figli a muovere la loro crociata vaccinatoria, che cosa la muove?

Non abbiamo certezze dal punto di vista strettamente scientifico, ma possiamo esprimere dubbi di mero buon senso: ebbene, ci sentiamo forse amati da questa pletora di asettici attivisti e portatori di interessi internazionalisti? Ci sentiamo forse protetti da chi non fa altro che mettere gli Italiani sotto accusa, da chi non fa che minarne la libertà di pensiero e di costiparne la sovranità politica e monetaria? Ci sentiamo forse tutelati in quanto “Italiani” da chi preferisce il benessere di sconosciuti mai visti e mai incontrati di persona, rispetto al lasciar correre anche il minimo rischio di contagio a concittadini, amici, parenti e figli?


Ecco, noi no. Noi, da questa gente, soprattutto ora che è s’è resa così rabbiosa a seguito della riscossa democratica in atto, non accetteremmo un bicchiere d’acqua; figurarsi un non meglio identificato farmaco in vena.

Ci odiano; con le loro frasi ingiuriose, la loro sprezzante alterigia, la loro cronica intolleranza al pluralismo e alla democrazia. Sono giunti ad un punto di non ritorno e sanno perfettamente che dagli Italiani avranno ben poco ormai; faranno di tutto, quindi, per assottigliarne la rappresentanza elettoral-demografica. E saranno spietati come solo i “buoni” sanno essere.

Occorre armarsi, quantomai ora, dunque, di asciuttezza nella strategia mediatica e di ergonomia nell'azione politica.

Ci odiano, e la loro reazione alla rinascita democratica in corso sarà spietata. Servono asciuttezza di stile e ergonomia d’azione.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU