Benvenuti a casa Renzi

Lorella Lattavo
Un immigrato dorme vicino alle serrande di un supermercato di Roma. Uno dei tanti che sono sbarcati qua grazie al progetto folle di accoglienza voluto da una sinistra che ormai ha perso il senso della vergogna. Tutti pronti a braccia aperte per far vedere all'Europa quanto siamo cala mutande di fronte alla continua invasione, che ormai non ha lasciato un centimetro di spazio per noi italiani. Nelle metropoli i clandestini sono ad ogni angolo di strada, a chiedere l'elemosina con insistenza e se ti rifiuti di darla sono guai tuoi, arrivano persino a metterti le mani addosso, come se tu fossi obbligato da chissà quale legge a privarti di un litro di latte per i tuoi bambini per dare l'equivalente in denaro a queste persone piovute come uno tsunami nella nostra quotidianità. Il governo degli abusivi sa bene in che assurda situazione abbia messo il popolo italiano, ma proprio perchè abusivo se ne, scusate il termine, strafrega dei disagi dei cittadini. Lo vediamo in tv durante i collegamenti a Dalla vostra Parte, piazze indignate e al collasso dei nervi mentre i soliti Librandi, Ermini, Esposito, ecc. minimizzano gli eventi. Cari italiani arrangiatevi, questa è l'ospitalità di casa Renzi, solo che la casa in questione non è quella del premier ( mica scemo) ma sono le nostre case, i nostri condomini, le nostre strade. Chi si fida più a camminare,specie nelle prime ore del mattino quando molti di noi si recano al lavoro, col rischio di trovarsi tra i piedi questi ospiti che nessuno di noi ha invitato e che dormono beatamente sui marciapiedi? Certo, esistono i clochard, ma, bontà loro, la maggioranza sono italiani che hanno perso tutto, casa e lavoro e sono costretti a stare in strada, ma questi no. Questi sono il frutto di un affare economico destinato ad ingrassare le tasche dei politici di sinistra, attaccati da sempre al Dio Denaro. Tacciano di razzismo chi è contro questa " accoglienza" , senza rendersi conto che i razzisti sono loro, perchè non è umano accogliere e buttare in mezzo alla strada come sacchi dell'immondizia alcuni di questi immigrati come è discriminatorio nei confronti nostri fare alloggiare altri in hotel di lusso, dando loro cellulari costosi ed ogni genere di confort, quando molti di noi vivono ai margini della decenza civile. La nostra rovina si chiama PD, non c'è altro da fare. Anzi no, una cosa ci sarebbe: cacciare con una rivoluzione popolare la ciurma di abusivi da Palazzo Chigi e andare al voto, scegliendo questa volta chi del bene del popolo italiano ha fatto la sua ragione di vita: Matteo Salvini. Utopia, sogno? Chissà..io ci voglio credere, e voi?

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU