"riservatissimo quando compilato"

I dossier UFO del Governo italiano

0
Alfredo Lissoni

Alfredo Lissoni

Alfredo Lissoni è insegnante di religione e scrittore, socio del Centro Ufologico Nazionale, si occupa da molti anni di ufologia; milanese, già collaboratore del Nuovo Giornale di Bergamo, ha al suo attivo diverse collaborazioni per le principali riviste del settore: Notiziario UFO, Dossier Alieni, Giornale dei misteri, X-files, UFO dossier X, UFO Notiziario del CUN, Oltre la conoscenza, Oltre l'ignoto. Autore di programmi radiotelevisivi e consulente esterno per trasmissioni Mediaset, spesso in TV, ha realizzato diverse opere multimediali per Peruzzo; autore dell'enciclopedia Misteri e verità, ha altresì gestito un videotel ufologico ed è autore di 24 libri sugli UFO.

L’intestazione sul dossier riporta: ‘Stato Maggiore Aeronautica - Secondo Reparto. Avvistamenti oggetti volanti non identificati’. Sfogliamo il voluminoso rapporto, ottenuto in passato dagli ufologi italiani dopo anni di battaglie legali con l’appoggio di parlamentari decisi a scoprire la verità sui dischi volanti. Adesso gli x-files governativi sono diventati di pubblico dominio e vengono pubblicati on line sul sito dell'Aeronautica, ma che delusione nello sfogliarli! Ogni pagina è costituita da una tabella corrispondente, generalmente, ad un mese. Le diciture sulla tabella si ripetono pedantemente: luogo, data, forma dell’oggetto, colore, quota, condizioni meteo. Nulla di più. Semplicemente, oltre 400 avvistamenti di banali luci nel cielo, schedate dal 1972 al 2016 (e prima? E il materiale NATO? E quello raccolto dalle ambasciate all'estero?). Tanti i casi declassificati - cioè privati del segreto militare - da parte del nostro Ministero della Difesa , e resi disponibili agli ufologi "per soli scopi di studio". Una dicitura, nella lettera di accompagnamento agli ufologi, che pare dire: ‘leggeteli ma non divulgateli’. Il motivo di tanto riserbo ci sfugge, vista la banalità degli avvistamenti.


Recentemente due giornalisti reporter di guerra hanno avuto accesso al materiale completo del Reparto Generale Sicurezza (RGS) che ancora cataloga il materiale, e che pare aver preferito sbarazzarsi della scomoda questione affidando la divulgazione del materiale non a ufologi rompiballe ma a giornalisti maggiormente esperti nelle dinamiche - anche del chiedere e dell'ottenere - con i militari. Tutto il materiale è stato pubblicato da Mursia, casa erditrice milanese specializzata in testi militari. Il libro, di Vincenzo Sinapi e Lao Petrilli, si intitola UFO.

Ma quando ancora il materiale veniva inviato in fotocopia dall'Aeronautica agli ufologi che tampinavano a furia di raccomandate, in quelle striminzite cartelle dei nostri servizi segreti (per inciso, i SIOS, Servizio Informazione Operativo e Situazione, che, in collaborazione con i carabinieri, passano i rapporti UFO all’Aeronautica Militare) non c’era un gran che. Comuni segnalazioni di luci nel cielo, liquidate con una tale povertà di dettagli - un aggettivo per ogni voce della tabella - da rendere impossibile qualsiasi investigazione scientifica. Non solo. Nei dossier SIOS non compare mai il nome del testimone, spesso un pilota militare, protagonista dell’incontro ravvicinato. Il che pare voluto, ancora una volta, per rendere impossibile qualsiasi verifica. Come dire, vi diamo l’informazione, ma vi mettiamo nell’impossibilità di controllarla. All'epoca, la tutela della privacy non era ancora legge.


Fra tanti riassunti scarni e telegrafici soltanto pochissimi rivestono un particolare interesse, in quanto parlano chiaramente di 'umanoidi'. Il primo caso riporta testualmente: "19.1.1984. Atripalada (Avellino). Orario 16.00. Forma: umanoide. Colore: tuta azzurra. Casco bianco. Antenne. Segnalazione: CC locali". Ed il secondo: "8.10.1984. Pratola Serra (Avellino). Orario 07.30. Forma: parallelepipedo/umanoide altezza 130 cm. Segnalazione: CC locali". Un altro caso riguarda l’incontro ravvicinato con un robot umanoide nei vigneti di Lirio, nell’Oltrepò pavese, nell'estate del 1993. Singolare che nei report inviati al RGS dai carabinieri vi fosse sempre stampigliata la dicitura "Riservatissimo quando compilato". Che c'era da nascondere? Gli avvistamenti di oggetti nel cielo sono invece tutti più o meno di questo tenore:

Anzio, 29.1.80. Sigaro luminoso. Questura Latina/foto.

Pomigliano, 15.9.80. Luce abbagliante a 24.000 piedi. Comandante volo AZ 167 DC9.

Martina Franca, 9.11.81. Forma cilindrica. Guardie P.S.

Varzi, 5.6.83. Forma allungata marrone. CC Voghera.

Baia Domizia, 1.2.84. Pera arancio/marrone. CC locali.

Asciano, 20.1.286. Sigaro bianco. Privati cittadini.

Volo AZ-142 DC9 Fiumicino-Linate. 3.12.87. Esplosione luminosa a sinistra del velivolo.

Genova, 17.8.88. Traccia luminosa. Privati cittadini.

Giarre, 7.3.90. Uovo grigio.

Pesaro, 28.6.90. Globulare rosso e viola. Privato (tramite CC Pesaro).

Trapani, 23.1.95. 3 oggetti di forma sferica. Militare A.M.

Catania, 82.95. Forma circolare come grossa stella. Militare A.M.

Asiago, 30.7.95. Forma sferica con fascia luminosa. Privati cittadini.

Capri, 21.8.95. 6-8 oggetti di forma sferica. Privato cittadino.

Reggio Calabria, 29.8.95. Forma romboidale.

Ferrara, 9.10.95. Forma circolare, azzurro con corona esterna rossa.

S.Giorgio Agro. Forma assimilabile giallo rosso. Privato cittadino.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU