L'incoerenza del riccastro

Fanno gli islamici col burkini degli altri: "Le donne devono coprirsi". A meno che...

Il principe saudita Nawaf al Saud pretende l'utilizzo del costume musulmano "per rispetto alla religione". Ma se la gode sullo yacht con bellezze in bikini

Redazione

Nawaf al Saud è un ricchissimo principe saudita, che ha sentito il bisogno di intervenire nel dibattito sul divieto di utilizzo del burkini sulle spiagge. Da buon musulmano, si è ovviamente schierato a favore dell'utilizzo del costume integrale, con una dichiarazione che non lascia adito a dubbi: "le donne musulmane al mare devono coprirsi per rispetto alla religione" ha detto il principe. Peccato che poco più di un mese prima, all'inizio di luglio, sia finito al centro di uno scandalo sui giornali turchi proprio perché beccato sotto costa sul suo yacht in compagnia di belle ragazze ben poco vestite.

Tra champagne e caviale, le giovani accompagnatrici dell'emiro bacchettone non sembravano essere oggetto di critiche da parte sua, mentre si scattavano selfie sul panfilo o si avvinghiavano a lui sulla moto d'acqua. Mentre nel suo paese, l'Arabia Saudita, alle donne non è consentito nemmeno guidare un'automobile, il principe pare abbia noleggiato alcune modelle per spassarsela in mare con amici e familiari, senza curarsi di poter essere immortalato, ospitando a bordo anche il ministro della difesa, nonché figlio del re, principe Mohammad Bin Salman. Quando si dice la coerenza...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Saviano da del mafioso a Salvini
il naufragio del pensiero

Saviano dà del mafioso a Salvini

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU