maledetta primavera

Maltempo: torna l'inverno con neve, vento e temporali

Il maltempo è manna per gli agricoltori ma per essere di sollievo la pioggia deve durare a lungo, cadere in maniera costante e non troppo intensa

Redazione

Torna l'inverno sull'Italia per effetto di una perturbazione atlantica che colpirà prima le regioni settentrionali per poi estendersi al Centro ed al Sud. Quasi un metro di neve in 24 ore è caduto ieri sulle Alpi del nord Piemonte dove, a quote più basse, sono caduti fino a 100 mm di pioggia. Per oggi resta l'allerta gialla nei bacini idrografici settentrionali, dal Biellese all'Ossola, con rischio valanghe al grado 4 ('forte', su una scala europea che arriva fino a 5, 'molto forte').

Anche la Valle d'Aosta si è di nuovo vestita di bianco. La quota neve si attesta attorno ai 1.000 metri di quota e sopra i 2.000 metri l'ufficio neve e valanghe della Regione segnala che in 24 ore sono caduti 50-60 centimetri in Valtournenche, nelle valli di Ayas, Gressoney, Champorcher e nelle alte valli di Cogne, quantitativi che sono destinati ad aumentare in particolare nell'area tra il Gran San Bernardo, il Monte Bianco e la Valgrisenche, visto il prosieguo delle precipitazioni.  Ancora neve fuori stagione ieri mattina in provincia di Bergamo: l'alta valle Brembana si è imbiancata per una fitta nevicata iniziata già nella serata di ieri e proseguita per tutta la notte. Nelle altre zone della Bergamasca, dal capoluogo alla pianura, si è registrata invece un'intensa pioggia ma nessun intervento rilevante è stato necessario però da parte dei vigili del fuoco.

La neve ha regalato a Cortina un colpo d'occhio tipicamente invernale. Nel capoluogo ampezzano, ma anche in gran parte delle Dolomiti venete, le piogge dell'altro ieri hanno lasciato il posto a precipitazioni a carattere nevoso che hanno fatto rinnovare l'invito di Veneto Strade a munirsi di catene per qualunque spostamento in zona. Il manto di neve fresca oscillava tra i 25 centimetri di Alleghe e Falcade, i 22 di Cortina e i 18 di Arabba. A Venezia, invece, l'attenzione è stata tutta per l'acqua alta.


Due poliziotti delle volanti hanno salvato un bimbo di 5 anni e il padre che erano rimasti bloccati in auto in un sottopasso dall'acqua piovana. E' successo alla Spezia. Le forti piogge hanno allagato il sottopasso e il livello dell'acqua, aumentato anche a causa dei tombini ormai saltati, aveva raggiunto la metà delle portiere dell'auto, di fatto bloccando all'interno l'uomo e il bimbo di 5 anni che sedeva nei sedili posteriori. Una donna che ha assistito alla scena ha chiamato il 112 che ha inviato la Volante della polizia. I poliziotti sono entrati nel sottopasso e, con l'acqua ormai alla vita, hanno urlato all'uomo di abbassare il finestrino posteriore per poter prendere il bambino. Una volta salvato il piccolo, messo al sicuro all'interno della Volante, i due agenti hanno spinto la macchina fuori dal sottopasso.


La Protezione civile della Regione Campania ha emanato ieri un avviso di allerta meteo con criticità idrogeologica di colore Giallo. L'arrivo del maltempo salva le semine primaverili a rischio dopo un mese di marzo che ha fatto registrare il record negativo del 78% di precipitazioni in meno in Piemonte, ma la situazione è grave per la siccità nelle campagne di tutto il centro nord. E' quanto afferma la Coldiretti sulla base dei dati dell'Arpa, in occasione delle condizioni meteorologiche avverse emesso dalla protezione civile per il maltempo che porta di nuovo la neve sulle Alpi. Lungo la Penisola l'area maggiormente penalizzata dalla mancanza di acqua è il Nord-Ovest per l'anomalia climatica di quest'anno, sottolinea la Coldiretti, che ha lasciato senza neve le montagne ed a secco invasi, fiumi, laghi, compromettendo le riserve nei terreni necessarie per le semine di granoturco, soia, girasole, barbabietole, riso, pomodoro; a preoccupare sono anche gli ortaggi e le piante da frutto fiorite in anticipo per le alte temperature. Se da un lato infatti il bel tempo ha permesso agli agricoltori di fare le lavorazioni per preparare il terreno alla semina in modo ottimale, non si può dire la stessa cosa per la germinazione dei semi che, spiega la Coldiretti, può avvenire solo se in presenza di buona umidità del terreno. In queste condizioni il maltempo è manna per gli agricoltori ma per essere di sollievo la pioggia deve durare a lungo, cadere in maniera costante e non troppo intensa.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Ternate punta su Paola Miola
lavoro, sicurezza, anziani, disabili

VIDEO / Ternate punta su Paola Miola

Ricattato dopo il sesso, 2 arresti
estorsione a genova, due in manette

"Filmato mentre facevi sesso. O paghi o..."

Incendio in albergo a Jesolo Lido
per fortuna è una struttura dismessa

Incendio in albergo a Jesolo Lido


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU