La sconfitta ci costa cara. Ora chi paga?

Il conto lasciato dal Bomba? 30 miliardi di Patti firmati con l'inchiostro simpatico

Esponenti del territorio hanno sottoscritto accordi con Renzi in piena campagna referendaria. Se avessero fatto il conto avrebbero scoperto quello che gli italiani hanno certificato col voto: tutte balle

Alessandro Morelli

Quanto vale la supercazzola raccontata da Renzi agli enti locali durante la campagna (perdente) per il referendum? Il Populista ha fatto il conto per voi: 29 miliardi e 543 milioni che ora chi è rimasto inizia a chiedersi se ci siano o meno.

Se le fritture di pesce valgono la sanità in bocca al Governatore De Luca, quanti voti pensava di portare a casa il Pinocchio di Firenze con i fantamilioni promessi a città e Regioni?

Eccovi il resoconto partendo dal Piemonte dove il presidente della Regione Sergio Chiamparino e la sindaco di Torino Chiara Appendino hanno firmato la lettera di accompagnamento delle proposte per il Patto sugli interventi per lo sviluppo economico, la coesione sociale e territoriale della Regione Piemonte e della Città di Torino che avrebbero un valore di 6miliardi di euro.

A Firenze sarebbero destinati 2,2 miliardi, merito della firma tra il premier e il suo successore a Palazzo Vecchio, Dario Nardella,  per investimenti su "aeroporto,  rifiuti,  grandi infrastrutture e  grandi assi di viabilità".

La famosa pragmaticità meneghina si stampa quando il sindaco è un super-renziano come Giuseppe Sala che ha sottoscritto un patto col Bomba da 2,5miliardi che nei racconti sarebbero destinati al prolungamento di alcune linee della metropolitana, al post Expo, a lavori di sistemazione del fiume Seveso e alla riqualificazione delle periferie.

Abbiamo già superato abbondantemente i 10 miliardi ma il Bomba non ha voluto farsi scappare neppure una promessa per avere i titoli dei giornali, anche locali.

Così arriviamo alle Isole, dove la Sardegna è "premiata" dalla firma del Governatore Francesco Pigliaru con un accordo da 2,6 miliardi di fantaeuro da investire per superare gli svantaggi dell'insularità e per dare speranze in chiave referendaria ai sardi che lamentano il costo eccessivo per gli spostamenti verso il Continente. La Sardegna ha risposto con il 72,22% di NO dimostrando che le promesse non hanno fatto breccia malgrado i 168 milioni annunciati solo per la città di Cagliari.

Entrambe le Isole sono comprese nel libro delle promesse: per Palermo il Governo destinerebbe oltre 764 milioni di euro per riattivare opere, avviare cantieri, ammodernare strutture nei campi della mobilità, del turismo, della cultura, della riqualificazione urbana, dell'ambiente e delle attività produttive mentre su Catania dovrebbero piovere 332 milioni con ulteriori 408 di risorse aggiuntive inserite nel patto per Catania per un totale di 740 milioni.

Non è finita: Renzi e il sindaco di Messina Renato Accorinti, hanno firmato il Patto per lo sviluppo della città metropolitana e la realizzazione di 332 opere. Quanta grazia non riconosciuta dal popolino che ha stampato l'operato del governo bocciando sonoramente la riforma renziana.

Tornando alla Penisola arriviamo a Napoli dove la tregua tra Renzi e De Magistris  a seguito delle polemiche sul commissariamento dei lavori per la bonifica dell'ex sito siderurgico di Bagnoli viene certificato dai 308 milioni annunciati per il capoluogo campano.

Si sorride anche a Bari dove la promessa vale 230 milioni con un piano che prevede interventi per le infrastrutture in tutti i 41 comuni dell'area metropolitana, in particolare per la mobilità sostenibile, per l'innovazione della pubblica amministrazione e realizzazione di reti intelligenti per la connettività urbana, inoltre sarebbe previsto un intervento dedicato alla progettazione del nuovo polo della giustizia di Bari e dell'Accademia delle Belle Arti del capoluogo.

Attenzione però perché ci sono anche 2,71 miliardi di euro del Patto per la Puglia oltre al quale sarebbe stato previsto un altro finanziamento di 1,4 miliardi di euro derivanti dal recente sblocco, da parte del Cipe, di circa 15 miliardi.

Il Bomba non avrebbe mai potuto dimenticarsi di Reggio Calabria nella sua bulimia di annunci fissando per la città 133 milioni di euro.  

Tornando verso Nord è toccato anche a Regione Lombardia firmare a pochi giorni dal referendum un Patto che porterebbe al Pirellone 11 miliardi mentre a Genova toccherebbero 100 milioni, una bella cifra tonda.

Altro che premier, il Pinocchio di Rignano, potrebbe fare il venditore di patacche, intanto aspettiamo un nuovo Governo al quale consigliamo di portare "i libri in Tribunale" certificando come il fallimento renziano sia basato sulle bugie... o sui debiti.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU