Invasi e sottomessi

Clandestini picchiano poliziotti e volontari: "Vogliamo mangiare subito"

Rivolta nel centro di accoglienza di Ventimiglia all'ora di pranzo. Non sono registrati ma non vogliono attendere il secondo turno: cinque i feriti

Redazione
Clandestini picchiano poliziotti e volontari: "Vogliamo mangiare subito"

Forze dell'ordine sgomberano clandestini a Ventimiglia. Foto ANSA

"Come osano farci attendere il secondo turno solo perché non siamo registrati? Giù botte!". Questo devono aver pensato alcuni ospiti del centro di accoglienza nel Parco ferroviario del Roja, a Ventimiglia (Imperia), prima di aggredire operatori della Croce rossa e poliziotti, ferendone almeno cinque. I contribuenti italiani garantiscono loro colazione, pranzo e cena, ma dover aspettare per mezz'ora il proprio turno è sembrato evidentemente troppo a questi immigrati. Sabato 30 luglio un sudanese di circa trent'anni ha pensato bene di assalire un operatore della Croce Rossa scatenando poi una rivolta di suoi connazionali in coda per il pranzo, una cinquantina in tutto, che alla vista degli agenti che volevano identificare l'aggressore, hanno scatenato la guerra.

La vicenda ha avuto inizio verso le 8 di mattina quando il sudanese, accampato abusivamente fuori dal centro che è al collasso, si è presentato per la colazione. Il regolamento chiarisce che al primo turno possono presentarsi solo coloro che sono registrati, avendo fornito le proprie generalità. Lui però non è interessato alle regole, e insiste nel voler mangiare subito; scoppia quindi una lite durante la quale il clandestino aggredisce un volontario della Croce Rossa. Poche ore dopo, alle 12.30, lo stesso sudanese si ripresenta al campo, pretendendo ancora di essere servito nel primo turno. Di fronte a nuove intemperanze, viene chiamata la polizia. All'arrivo degli agenti, il sudanese scappa per non farsi identificare e una cinquantina di suoi connazionali innescano il caos: volano insulti e spintoni contro poliziotti e Croce Rossa, due agenti e due operatori finiscono in ospedale.

Il bilancio complessivo della rivolta, avvenuta sotto gli occhi del Questore di Imperia, Leopoldo Laricchia, in visita istituzionale al campo, è di tre operatori Cri e due poliziotti feriti, in modo per fortuna non grave, che sono stati costretti a ricorrere alle cure mediche del pronto soccorso; la notizia viene diffusa solo lunedì 1 agosto. Il sudanese, arrestato per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, dovrà rispondere in tribunale del suo comportamento. L'episodio è avvenuto a distanza di un giorno dall'aggressione di un altro operatore della Croce Rossa, per fatti analoghi. Non si contano le liti e le aggressioni che hanno caratterizzato l'inizio di questa estate all'interno del campo.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU