Distensione tra Mosca e Washington

Il ministro degli esteri russo: "Con Trump una nuova pagina nei rapporti con gli USA"

Intervistato dal Corriere, Sergey Lavrov ha duramente criticato la politica estera di Obama: "ha volutamente distrutto le relazioni russo-americane"

Redazione
Il ministro degli esteri russo: "Grazie a Trump, una nuova pagina nei rapporti con gli Usa"

Sergey Lavrov. Foto ANSA

Con l'elezione di Donald Trump alla Casa bianca, c'è lo spazio per aprire una nuova pagina nei rapporti tra Russia e Stati Uniti: lo afferma il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov in un'intervista pubblicata giovedì dal Corriere della Sera. Il capo della diplomazia del Cremlino ha dichiarato: "Noi siamo pronti a percorrere la nostra parte di cammino per riportare i rapporti tra la Russia e gli Stati uniti in una direzione stabile. Partiamo dal presupposto che nel mondo contemporaneo la tutela della stabilità strategica e della sicurezza e la soluzione efficace dei problemi chiave della modernità dipendano molto dai nostri due paesi".

Lavrov ha escluso che Mosca abbia dato una mano a Trump nella sua vincente campagna elettorale per le presidenziali Usa, dicendo che "sono stati i cittadini americani ad 'aiutare' Donald Trump a diventare presidente col voto dell'8 novembre". Sull'arrivo del tycoon alla Casa bianca ci sono positive attese: "Abbiamo fiducia - ha detto Lavrov - che la nuova Amministrazione non voglia ripetere gli errori commessi da quella uscente, che ha volutamente distrutto le relazioni russo-americane. Naturalmente abbiamo accolto positivamente la propensione alla cooperazione tra i nostri due Paesi dimostrata da Trump durante la campagna elettorale".

In questi mesi la Russia sta assistendo "al più imponente incremento del potenziale militare dalla fine della 'Guerra fredda', nel cosiddetto 'fianco orientale', al fine di esercitare una pressione politico-militare sul nostro Paese. Ai confini russi si svolgono esercitazioni dei Paesi del blocco che hanno spesso carattere palesemente provocatorio" ha detto Lavrov al Corriere. "Con il pretesto della fantomatica 'minaccia da Est' - ha aggiunto il ministro - nei Paesi dell'Europa Centrale e Orientale vengono dislocate truppe e mezzi militari pesanti, mentre compaiono nuovi elementi della struttura di comando dell'Alleanza".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"
Il tycoon reagisce alle polemiche

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU