Numeri impietosi a Brescia

Famiglie italiane sempre più povere, ma manteniamo migliaia di clandestini

Denuncia dell'assessore lombardo all'immigrazione Bordonali: "A Brescia 4 famiglie su 10 a rischio, mentre 3 richiedenti asilo su 4 sono clandestini"

Redazione
"Le famiglie italiane sono sempre più povere, mentre manteniamo migliaia di clandestini"

Foto ANSA

"Le priorità del governo italiano sono ormai chiare: favorire l'arrivo di immigrati e destinare risorse alle cooperative per l'accoglienza di clandestini, mettendo in secondo piano famiglie italiane, stranieri regolari e fragilità già presenti sul nostro territorio". Queste le dichiarazioni rilasciate giovedì da Simona Bordonali, assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione della Regione Lombardia. "L'undici per cento delle famiglie bresciane residenti nel capoluogo versa in condizioni di povertà e ben quattro su dieci di vulnerabilità. Se ci sono risorse economiche vanno date a loro, non a chi arriva sui barconi" ha aggiunto la Bordonali citando i dati del report elaborato da Università degli studi di Brescia, Comune di Brescia e Fondazione della Comunità bresciana.

"La Regione, con il reddito di autonomia, ha destinato ai lombardi in difficoltà 200 milioni di euro per il 2016. Soldi che servono per i nidi gratuiti, per il bonus famiglia, per l'inserimento lavorativo e per l'esenzione dal ticket sanitario. Il governo Renzi invece si ricorda dei poveri italiani solo in occasione delle elezioni, promettendo interventi spot non risolutivi che profumano di mancette elettorali" accusa l'assessore leghista.

"I numeri della commissione prefettizia di Brescia sono impietosi: su 2988 richieste d'asilo analizzate nel 2016 i rifugiati sono risultati solo 159 (il 5 per cento), 585 persone (19 per cento) hanno ottenuto altra forma di protezione mentre i clandestini riconosciuti sono 2.244, ossia il 75 per cento, tra cui anche 90 fantasmi che hanno fatto richiesta e poi sono spariti nel nulla. Mantenere queste 2.244 persone ci è costato 2,4 milioni di euro al mese. Una cifra folle, alla luce dei dati sulla povertà a Brescia" ha aggiunto la Bordonali. "In città attualmente sono ospitati oltre 600 richiedenti asilo. Seguendo questo trend, ormai costante, 450 saranno riconosciuti come irregolari. La città non si può permettere di ospitare queste persone. Chiediamo al governo di accelerare le procedure e di rispettare la legge, rimpatriando tutti i clandestini presenti sul territorio" ha concluso.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU