in provincia di vibo valentia

Petardo contro il Municipio di Cessaniti: intimidazione mafiosa?

Si tratta del secondo episodio di danneggiamento in 24 ore contro il palazzo municipale dove era stata mandata in frantumi la targa "Qui la 'Ndrangheta non entra" apposta sul muro dell'edificio

Redazione
Petardo contro il Municipio di Cessaniti: intimidazione mafiosa?

Il portone e la targa "no mafia" danneggiati

Un petardo rudimentale è stato fatto esplodere nella notte di mercoledì 28 davanti al portone in legno del Municipio di Cessaniti in provincia di Vibo Valentia, facendo saltare i cardini dell'infisso. Si tratta del secondo episodio di danneggiamento, probabilmente messo in atto dalle stesse persone, che si verifica in meno di 24 ore contro il palazzo municipale dove il giorno prima era stata mandata in frantumi la targa "Qui la 'Ndrangheta non entra" apposta sul muro dell'edificio.


A scoprire quanto accaduto alcuni dipendenti dell'ente che hanno immediatamente informato il sindaco Francesco Mancuso che si è rivolto ai carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia. Gli investigatori ad una prima ipotesi tendono ad escludere però che l'intimidazione sia stata commessa da persone legate alla criminalità organizzata privilegiando invece la pista che porta alla presenza di un gruppo di ragazzini, già autori del precedente danneggiamento.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Scontro tra PD e M5S
stracci volanti In Consiglio Comunale

Ius soli, a Torino è scontro tra PD e M5S

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo
non la lasciano in pace neanche da morta

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo

Cocaina a Milano, 210 anni a trafficanti
stroncato il traffico dei figli del boss Loiero

Cocaina a Milano, 210 anni a trafficanti


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU