ACCADE A MILANO

Cassetta forzata, padre Francesco Inversini chiede sgombero clandestini

"Sono almeno cinquanta e mettono paura ai bambini, assediano chi esce dalla chiesa chiedendo l'elemosina. Non si vive più. Abbiamo anche i nostri poveri italiani da curare", commenta il responsabile dell'oratorio

Fabio Cantarella
Cassetta forzata, padre Francesco Inversini chiede sgombero clandestini

La denuncia di padre Francesco Inversini

Ha trovato le cassette delle offerte forzate e dopo aver raccolto le proteste dei fedeli della parrocchia ha preso carta e penna e scritto una denuncia nella quale chiede di sgomberare i migranti che occupano una palazzina situata di fronte all'oratorio: "Sono clandestini, senza controllo e lasciati liberi di agire a piacimento".

Protagonista della vicenda è padre Francesco Inversini, parroco della Chiesa "Cristo Re" del quartiere Villa San Giovanni a Milano, a due passi da Sesto San Giovanni, luogo in cui è stato fermato il terrorista di Berlino. La denuncia è stata depositata al commissariato della Polizia di Stato di Greco Turro e reca un oggetto che non si presta ad equivoci: "Abitazione abusiva dell'ex ditta grafica Marco, in via Fortezza 27". Giusto in quello stabile vivono diverse decine di migranti. "A nome degli abitanti - chiosa il parroco nella sua denuncia alla polizia - ritengo opportuno segnalare e sollecitare un intervento delle autorità competenti per chiarire e sanare una situazione che può divenire incontrollata e generare reazioni incontrollabili".

A dare ulteriori dettagli è Tommaso, responsabile dell'oratorio: "Io lo capisco, il parroco che chiede l'intervento della polizia. Non possiamo aspettare che 'quelli' vengano a farci la pelle, senza farci sentire dalle autorità".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Giggino, il (quasi) fallito, ha 60 giorni per trovare 2 miliardi
Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Latina, sorprende ladro, spara e ne uccide uno
Avvocato esplode 8 colpi di pistola

Latina: sorprende ladro, spara e ne uccide uno


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU