Trump-Salvini gate, smentiti i "rosiconi"

Salvini "imbucato" con Trump? Tutte palle. E spunta l'email che dava appuntamento a Miami

Incontro preparato e voluto, doveva originariamente svolgersi in Florida. Smentite le ricostruzioni fatte da alcune testate italiane sull'intervista a The Hollywood Reporter

Redazione
Salvini "imbucato" con Trump? Tutte palle. E spunta l'email che dava appuntamento a Miami

Foto inedita: il deputato al Congresso Usa, Tom Marino, introduce Salvini a Donald Trump il 25 aprile scorso

Oggi tanta stampa italiana, speculando sull'intervista concessa a The Hollywood Reporter da Donald Trump, si è divertita a dipingere Matteo Salvini come un "imbucato" indesiderato. Eppure, l'incontro che il leader della Lega ha avuto con il candidato repubblicano alla presidenza Usa il 25 aprile scorso in Pennsylvania, è stato preparato e voluto, seguendo tutti i protocolli del caso.

Tra le tante comunicazioni intercorse tra gli staff per organizzare l'appuntamento, Il Populista apprende da ambienti parlamentari vicini al leader del Carroccio dell'esistenza di un'email dell'8 marzo scorso, firmata da Dan Scavino, capo della campagna social "trumpiana" (il cosiddetto "#trumptrain"), con oggetto "Request for meeting", che fissa l'incontro tra Trump e Salvini per il 10 marzo successivo alla University of Miami. Proprio in questa università della città della Florida, quel giorno, il magnate partecipava infatti a un importante dibattito della CNN tra i candidati repubblicani alla Casa Bianca. L'email aveva tra i destinatari per conoscenza anche il potente Corey Lewandowski, campaign manager di Trump.

L'incontro fu alla fine rinviato su richiesta di Matteo Salvini e ne venne fissato uno successivo, poi effettivamente avvenuto, per il 25 aprile in Pennsylvania. Una precisazione, nel pomeriggio, è venuta anche da Giancarlo Giorgetti, vice segretario e responsabile Esteri della Lega, che insieme all'altro parlamentare leghista Guglielmo Picchi, ha accompagnato Salvini negli Stati Uniti: "L'incontro tra Donald Trump e Matteo Salvini non solo c'è stato, ma è stato preparato e organizzato secondo le regole. A testimoniarlo non ci sono solo le foto e le mail scambiati dai rispettivi staff, ma la mia personale testimonianza".

Tra l'altro, all'incontro era presente - come si vede nella foto qui sotto (diffusa da Guglielmo Picchi su Facebook) - anche Tom Marino, deputato repubblicano al Congresso americano (di spalle, dietro ai due leader) e capo della campagna elettorale di Trump in Pennsylvania, che ha fisicamente accompagnato Salvini a colloquio con The Donald, avvenuto poco prima di un comizio svoltosi nella località di Wilkes-Barre.

Incontro Trump - Salvini

"L'incontro c'è stato. Ci conosciamo" aveva subito confermato stamane Matteo Salvini a "La Repubblica" (il giornale che aveva "strombazzato" ai quattro venti la presunta casualità del meeting), spiegando divertito: "Questa cosa mi fa molto ridere. L'intero impianto di quell'intervista ha dell'incredibile. Le dico solo che ci sono almeno una dozzina di e-mail di preparazione di quell'incontro".

Il leader leghista ha voluto precisare: "Non sono saltato su un aereo con cappellino e bandierina" e sulla presunta presa di distanze, afferma che gli sembra tutto "molto strano" e che continuerà "assolutamente" a tifare per Trump, avendo con lui moltissimi punti in comune: "Il controllo dell'immigrazione, il lavoro con priorità agli americani, così come noi lo diciamo per i francesi e gli italiani. Il no al Ttip, il trattato per il libero scambio Stati Uniti-Europa. Il no alle guerre".

"La stessa 'Repubblica' - ha detto poi oggi Salvini intervenendo alla trasmissione di Myrta Merlino, L'Aria che Tira, su La7 - scrisse in passato 'Israele non vuole Salvini' e invece sono stato, invitato, e ho incontrato Lieberman. Criticatemi, criticate le mie idee ma non inventatevi che non mi vogliono in giro per il mondo".

Insomma: un 'giallo' sui reali 'rapporti' tra il candidato dei Conservatori alle presidenziali Usa, Donald Trump, e il leader della Lega Matteo Salvini fomentato ad arte dalla stampa provinciale, e un po' rosicona, di casa nostra.


LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Compagni, la festa è finita...
cala il sipario sul bomba

Compagni, la festa è finita...

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"
Il tycoon reagisce alle polemiche

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"

Ciaone, Hollande. Il presidente se ne va
in crollo verticale nei sondaggi

Ciaone, Hollande. Il presidente se ne va


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU