il giardino d'europa

I giardini di Firenze, in libreria

La Società Orticola del capoluogo toscano commemora il naturalista Angiolo Pucci e pubblica un necrologio nel quale è rivelata l’esistenza di un manoscritto inedito

Alfredo Lissoni
I giardini di Firenze, in libreria

Angiolo Pucci, ultimo rappresentante di una prestigiosa famiglia di giardinieri, muore a Firenze nel 1934. La sua notorietà è legata, oltre alla grande preparazione botanica, anche ai numerosi manuali pubblicati per le edizioni Hoepli. Per commemorarlo la Società Orticola di Firenze pubblica un necrologio nel quale è rivelata l’esistenza di un manoscritto inedito. Si tratta di "un’opera di grossa mole, non ancora pubblicata: I giardini di Firenze" e auspica "che qualche Casa Editrice, o meglio qualche Ente ne assuma la pubblicazione, come opera veramente pregevole non solo dal lato orticolo, ma anche dal lato storico. Al progetto Pucci dedicò gli ultimi venti anni della sua vita, passati nel paziente reperimento di documenti storici e materiale fotografico che consentissero una ricostruzione precisa della storia dei giardini di Firenze.


La Casa editrice Olschki ha raccolto questa imponente e preziosa documentazione storica, in un tomo intitolato Giardini di Firenze. Palazzi e ville medicee, a cura di Mario Bencivenni e Massimo de Vico Fallani. In questo terzo volume viene affrontato il capitolo più caratteristico della storia dei giardini di Firenze, dedicato alla formazione, incremento e tutela dei giardini realizzati dalla famiglia Medici a ornamento dei loro palazzi e ville. Una vicenda che per oltre tre secoli vide protagonisti tutti i principali signori e principi di questa famiglia, ma che proseguì ancora per altri due secoli con i granduchi lorenesi, i governi dei Borboni e dei Francesi, e infine con i sovrani del nuovo regno d’Italia.


Un racconto basato su fonti storiche e letterarie di prima mano e su sorprendenti documenti inediti rintracciati tra i fondi delle biblioteche e degli archivi fiorentini, che illustra in modo completamente nuovo le caratteristiche di un’eredità culturale di straordinaria importanza per la storia dei giardini. Pucci descrive come nessun altro ha mai fatto venti episodi presenti nella città di Firenze e nel territorio della sua provincia, dando risalto alla doppia anima di questo prezioso patrimonio: il giardino di delizia e il giardino di utilità. Si comprende così per quale motivo, già a partire dal primo Cinquecento, si sia diffusa l’immagine di Firenze quale "giardino d’Europa", e in che senso essa sia stata molto di più di una splendida metafora letteraria.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Firenze ricorda Oriana
convegno internazionale sulla fallaci

Firenze ricorda Oriana

FLAT TAX, il libro della rivoluzione fiscale
Shock fiscale, ecco il manuale

Flat Tax, il libro della rivoluzione fiscale


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU