partito il governo Legastellato

Cambiamento anno zero, la Lega spinge sull'acceleratore

Ministri pronti a dare risposte su famiglia, made in Italy, autonomie e immigrazione

Alessandro Morelli
Cambiamento anno zero, la Lega spinge sull'acceleratore

Foto ANSA

Famiglia, autonomia, made in Italy e immigrazione saranno tra gli argomenti cardine del lavoro leghista nel Governo del Cambiamento. Riprendere quelle che sono iniziative politiche di buonsenso dopo anni di azioni del Pd che hanno causato la peggior crisi demografica dalla Prima Guerra mondiale, il tentativo di cancellare il federalismo, l'esplosione dei prodotti stranieri sugli scaffali e l'invasione clandestina.

Già da domani i ministri leghisti saranno in prima fila con le associazioni che hanno sostenuto le proposte salviniane nella campagna elettorale, il tutto per dare risposte efficaci alle richieste scaturite dallo storico risultato elettorale che ha visto la Lega oltre il 17% dei consensi il 4 marzo ma con un'esplosione di sostenitori nei mesi successivi, permettendo al capitano di inanellare successi inaspettati anche in Regioni da sempre ritenute difficili.

Salvini ha già annunciato di essere pronto a chiudere i rubinetti alle associazioni, cooperative ed enti che negli anni del pd hanno gestito l'invasione straniera staccando pesanti fatture pagate dagli italiani. 

Come promesso dal Capitano in campagna elettorale, per la prima volta nella storia della Repubblica, è stata creta la delega alla Disabilità al fianco della famiglia, assegnate a Lorenzo Fontana, che avrà il compito di restituire dignità alle persone in maggiore difficoltà e alle loro famiglie. Un lavoro che potrà vedere un impegno sul fronte economico ma anche del sostegno a chi con grande cuore e amore gestisce casi difficilissimi, spesso sgravando il sistema pubblico.

A Erika Stefani il compito di lavorare sull'Autonomia richiesta da veneti e lombardi nei referendum del 22 ottobre scorso e che potrà allargarsi a domande di altre Regioni.

Sul punto del made in Italy ci sarà Gianmarco Centinaio che con la delega all'Agricoltura dovrà assicurare che la battaglia per le produzioni locali torni ad essere un punto fondamentale dell'agenda del Governo italiano visto che con il Governo Pd la situazione è sempre più degenerata a favore delle logiche dettate dalle grandi strategie del commercio internazionale.

A completare la squadra c'è Giulia Bongiorno, eletta nelle file leghiste lo scorso 4 marzo che nel Governo del cambiamento avrà il compito di abbattere le prassi e i costumi di una pubblica amministrazione spesso bizantina.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Genova, il PD si prende i fischi, Orfini carica a testa bassa
chi ha preso gli applausi, chi le urla "vergogna"

VIDEO / Genova, fischiato il PD. E adesso Orfini carica a testa bassa

"C'è un tirante deformato". Il documento che inchioda i Benetton
l'inchiesta del corriere sul sistema numero nove

"C'è un tirante deformato". Il documento che inchioda i Benetton

Siri smonta il mito della laurea
MEGLIO TORNARE AI MESTIERI

Siri smonta il mito della laurea

Siri smonta il mito della laurea
MEGLIO TORNARE AI MESTIERI

Siri smonta il mito della laurea

Crollo di Genova, Salvini incontra il superstite salvato dal vigile
"Auguri a Gianluca e a tuo figlio, l'Italia vi vuole bene"

Crollo di Genova, Salvini incontra il superstite salvato dal vigile

Leva obbligatoria, il Veneto lancia la "mini naja" di 8 mesi
"porterà a formazione di cittadini più consapevoli"

Leva obbligatoria, il Veneto lancia la "mini naja" di 8 mesi


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU