Giovani che non studiano o lavorano

Nosiglia: "Preoccupa il fenomeno dei Neet"

Il vescovo: "L'area metropolitana di Torino registra da diversi anni elevati tassi di disoccupazione, che incidono pesantemente sul tessuto sociale "

Redazione
Nosiglia: "Preoccupa il fenomeno dei Neet"

"E' sempre più esteso e preoccupante il fenomeno dei Neet, termine con il quale si indicano i giovani che non studiano e non lavorano". Lo denuncia Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, in occasione della giornata del 1/o maggio. "L'area metropolitana di Torino - afferma in uno scritto pubblicato da La Voce e il Tempo - registra da diversi anni elevati tassi di disoccupazione, che incidono pesantemente sul tessuto sociale ed impongono il superamento dei modelli, formativi e lavorativi, risalenti al pre-crisi. A pagare il più alto prezzo sono le giovani generazioni".

Nosiglia annuncia il varo di un "Laboratorio metropolitano su giovani e lavoro", destinato alla fascia 18-25 anni. L'obiettivo è "stimolare la voglia di fare e di imparare attraverso esperienze concrete". "Ci si prodigherà quindi - aggiunge - ad accompagnare i giovani a progettare il proprio futuro professionale, attraverso esperienze di successo che contribuiscano all'autostima e che possano quindi produrre autonomia".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Genova, il PD si prende i fischi, Orfini carica a testa bassa
chi ha preso gli applausi, chi le urla "vergogna"

VIDEO / Genova, fischiato il PD. E adesso Orfini carica a testa bassa

Molotov contro la Guardia costiera tunisina, morti quattro clandestini
hanno incendiato il barcone per coprirsi la fuga ma...

Molotov contro la Guardia costiera tunisina, morti quattro clandestini

Ant-Man, uomo comune e superpapà
il ritorno del super-erore marvel

Ant-Man, uomo comune e superpapà

Laureati? Siamo il fanalino di coda della Ue
Un Paese che non investe nella cultura

Laureati? Siamo il fanalino di coda della Ue

Aggredì la prof di inglese, bocciato il figlio
la lite Per un 4 assegnato al ragazzo

Aggredì la prof di inglese, bocciato il figlio


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU