TV E RELIGIONE

La Rai sottomessa all'Islam

Nel programma "Nemo, nessun escluso", la testimonianza di Sara giovane mussulmana velata. Propaganda spiccia a difesa dei fedeli di Allah, ma non una parola sulle privazioni alle donne e le violenze

Redazione
Screen dalla trasmissione "Nemo, nessun escluso"

Sara Keshk

"Sono Sara Keshk e studio scienze della comunicazione". Comincia così il monologo di questa giovane credente islamica. Un racconto tutto a difesa della sua scelta di portare il tradizionale abito delle donne mussulmane, il tutto contornato da presunti episodi di razzismo da lei subito, come quello in cui "attraversando un semaforo un automobilista le avrebbe sputato in faccia"
Seconda la ragazza il velo "difende dall’ignoranza degli altri e rappresenta la mia identità". Ma non solo: "È uno scrigno per la donna che è preziosa e deve essere custodita, me lo diceva la mamma".


Tutto molto bello non fosse per il fatto che durante l'intera trasmissione, andata in onda su Rai 2 lo scorso 20 ottobre, l'intervistata abbia sapientemente evitato di parlare della sua vita, degli obblighi che la sua scelta religiosa le impone, e dei severi e limitanti dettami del Corano sul ruolo della donna nella società.
Qualcuno potrebbe trovarli aspetti secondari, eppure sarebbe opportuno prima di applaudire all'ennesima storia di "perfetta integrazione", capire chi si ha di fronte.


Sara invece pone solamente l'accento sulla questione velo. Un dettaglio che stride se si pensa a ciò che invece non ammette la giovane, ovvero il fatto di essere membro di ben due organizzazioni islamiche: Islamic Relief e Gmi (Giovani musulmani d’Italia), entrambe sigle assai severe nell'applicazione dei precetti religiosi per le donne anche in un paese in cui i fedeli di Allah sono minoranza. Insomma, "mamma Rai" ha preferito regalarci la solita propaganda pelosa, fatta di immagini confortanti e presentabili anziché indagare davvero sulla vita delle giovani donne islamiche in Italia.
Un'occasione, persa. L'ennesima.



LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio
chiedeva soldi davanti al centro commerciale di guidonia

Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio

Re Mida
Matteo Salvini, da Gianburrasca a stratega della politica nazionale. Come nasce un leader

Re Mida

Italo-americana:
Il business dei figli su commissione

"Faccio i soldi con l'utero in affitto"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU