dopo la scoperta di ossa nella nunziatura

La mamma di Emanuela Orlandi: "Vorrei un corpo su cui piangere"

"Ho pensato al fatto che c'è gente che ha fatto una cosa bruttissima a tutti noi. Emanuela da quel giorno non la abbiamo più vista"

Redazione
La mamma di Manuela Orlandi: "Vorrei un corpo su cui piangere"

"Ho pensato al fatto che c'è gente che ha fatto una cosa bruttissima a tutti noi. Emanuela da quel giorno non la abbiamo più vista. In questi anni siamo stati sostenuti da una grande fede. Spero che un giorno si possa far tornare il suo corpo a casa. Spero che chi sa qualcosa ascolti, ci aiuti". Lo dice Maria Orlandi, mamma di Emanuela, intervistata dal Messaggero, dopo il ritrovamento di ossa - su cui sono in corso accertamenti - durante lavori di ristrutturazione di una dependance della Nunziatura apostolica a Roma.

Riesce davvero a perdonare chi le ha portato via sua figlia? "Sì - risponde -. Si può perdonare chi ti ha fatto tanto male. Persino queste persone malvagie che hanno distrutto la felicità di una famiglia serena e noi eravamo una famiglia serena; forse queste persone avranno una coscienza e sicuramente sarà Dio a giudicarle e castigarle. Mi ripeto spesso: sia fatta la volontà di Dio, e con questa forza si deve andare avanti". "Quanto dolore - aggiunge - quando era in vita mio marito, Ercole, era lui che ci dava la forza, ci sosteneva con coraggio, offrendoci una spalla forte. Ora restiamo io e i miei figli e andiamo avanti con la fede".

La signora Orlandi parla anche al Corriere della Sera, non si dà pace: "Cercano, cercano, ma cosa cercano adesso? Adesso è tardi. Dovevano cercare dall'inizio, dal giorno in cui Emanuela non tornò più a casa, qui da me". Sulla Stampa, il fratello della ragazza scomparsa 35 anni fa, Pietro, si chiede: "Ma perché alla scoperta delle ossa si è parlato subito di un collegamento con la scomparsa di Emanuela?".

E su QN aggiunge "mi piacerebbe dirlo" che si è a una svolta, "ma dopo tante docce fredde resto prudente. Troppe disillusioni. Certo, ogni novità la reputo importante. Sono determinato a fare di tutto perché la verità emerga e fiducioso che un giorno emergerà. Ma resto prudente. Fino a che non trovano un corpo e lo identificano con chiarezza, io Emanuela voglio cercarla viva".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Milano, indiano molesta ragazzina sul bus: "Ma che, mi arrestate?"
credono di poter fare tutto quello che vogliono...

Milano, indiano molesta ragazzina sul bus: "Ma che, mi arrestate?"

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Ci siamo giocati il Padre Nostro! La Chiesa lo cambia
Genova, giù dal tetto, donna muore decapitata
sembra un film di dario argento

Genova, giù dal tetto, donna muore decapitata


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU