scontro a fuoco al confine di deb deb

L'Algeria arresta 5 terroristi libici

La cellula era in possesso di un mitragliatore Kalashnikov, di un fucile da caccia e dei binocoli. Ed il Governo inizia la costruzione di muri

Redazione
L'Algeria arresta 5 terroristi libici

Un distaccamento dell'Esercito nazionale ha arrestato sabato cinque uomini armati provenienti dalla Libia a Deb Deb, nella provincia frontaliera di Illizi. Lo riferisce il ministero della Difesa algerino, precisando che i militari hanno fermato tre fuoristrada su cui viaggiavano gli uomini armati, con i quali poi è stato ingaggiato un conflitto a fuoco. Gli arrestati erano in possesso di un mitragliatore Kalashnikov, di un fucile da caccia e dei binocoli.


Deb Deb si trova in Algeria, a pochissimi chilometri dal confine con la Libia. Lo scorso 30 settembre, i militari dell'Esercito nazionale algerino hanno scoperto nella stessa area di Deb Deb un deposito di armi e munizioni. Nell'operazione sono state sequestrati tre Kalashnikov, un fucile da cecchino, un fucile, una pistola automatica, dieci caricatori e 428 proiettili di differente calibro. Per garantire la sicurezza del paese, l'Algeria avrebbe iniziato la costruzione di un muro di 350 chilometri lungo i confini orientali con la Tunisia e con la Libia, come hanno riferito fonti militari algerine citate dall'emittente televisiva Cnn Arabia.


Le autorità del paese nordafricano, spiegano le fonti, hanno incaricato gli ingegneri civili della costruzione di un muro dell'altezza di tre metri protetto da una barriera elettrificata. Il progetto, tuttavia, avrebbe già incontrato ostacoli di natura tecnica per via della conformazione del terreno in alcune zone. Allo stesso tempo, le autorità di Algeri intendono installare 300 telecamere termiche presso gli stessi confini, in previsione di un aumento del flusso dei terroristi dello Stato islamico provenienti dai paesi vicini, e in particolare dalla Libia.


Secondo il quotidiano algerino Expression, l'esercito algerino si starebbe preparando a un possibile intervento della coalizione internazionale nell'ex Jamahiriya di Muammar Gheddafi, aumentando il monitoraggio dei confini attraverso nuove tecnologie e tecniche di sorveglianza. La mancanza di sicurezza in Libia, secondo Expression, avrebbe spinto le forze armate dell'Algeria a rivedere il proprio programma di sicurezza a diversi livelli, in previsione di un eventuale scenario di guerra non solo in Libia, ma anche in altre aree nell'Africa settentrionale.


L'Algeria, allo stesso tempo, sta innalzando un muro anche lungo il confine occidentale con il Marocco "per contrastare il fenomeno del contrabbando", riferisce Cnn Arabia.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit

È morto Fidel Castro
cuba piange il lider maximo

È morto Fidel Castro

Fidel è morto
la vignetta di krancic

Fidel è morto


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU