A Gallarate, nel varesotto

Marocchino già espulso voleva sposarsi per ottenere la cittadinanza europea

Il matrimonio è ormai la soluzione più comoda per qualsiasi straniero voglia vivere nel nostro Paese, usurpando tutti i diritti che non gli spetterebbero

Ismaele Rognoni
Rapinatore marocchino libero per 17 minuti di troppo

Il marocchino ha provato a fregare il sistema giuridico europeo, ma questa volta non ci è riuscito. Questo è in sintesi ciò che è accaduto a Gallarate, in provincia di Varese, i danni di una ignara donna innamorata di origine rumena residente nel varesotto e che era in procinto di sposarsi con B.H., 31enne marocchino. Costui non era solo un immigrato qualunque, ma era stato precedentemente espulso dall'Italia, con un provvedimento emesso dal Magistrato di Sorveglianza di Genova in aprile 2016, perchè non partecipava ai programma di riabilitazione ed era sparito dalla circolazione in questi ultimi mesi, nascondendosi e assumendo addirittura 13 false identità.

Il nordafricano ha precedenti per rapina, lesioni personali, furto, rissa, false dichiarazioni, evasione, resistenza a pubblico ufficiale e spaccio di droga. Riguardo a questo ultimo caso i magistrati ritengono che fosse uno dei membri di un'organizzazione criminale smantellata a Genova tre anni fa. Le Forze dell'Ordine lo hanno beccato grazie all'analisi delle impronti digitali, date le sue numerose false identità assunte in questi anni; lo hanno arrestato lunedì mattina alla vigilia delle nozze. Gli agenti lo hanno portato a Malpensa e spedito in Nordafrica con un viaggio di sola andata.  


LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU