ultimatum al presidente molliccio

Adesso Erdogan minaccia Obama: "Dateci Gulen"

Il rinnovato monito turco agli USA è arrivato dal ministro della Giustizia Bekir Bozdag, proprio nelle ore in cui il presidente Recep Tayyip Erdogan era a San Pietroburgo

Alfredo Lissoni
Adesso Erdogan minaccia Obama: "Dateci Gulen"

Foto ANSA

Gli Stati Uniti devono consegnare l'imam Fetullah Gulen, considerato l'ispiratore e regista del fallito golpe di metà luglio, altrimenti "sacrificheranno le relazioni on la Turchia": il rinnovato monito turco agli USA è arrivato dal ministro della Giustizia Bekir Bozdag, proprio nelle ore in cui il presidente Recep Tayyip Erdogan era a San Pietroburgo, a rilanciare le relazioni con la Russia dopo mesi di tensione per il caccia abbattuto dall'aviazione turca sul confine con la Siria. Evidentemente Ankara s'è ringalluzzita, per l'attenzione ricevuta dal presidente russo, e adesso alza la voce col "presidente molliccio", Obama.

Cosa farebbero gli USA "se ci fosse un tentativo di assassinio di Obama mentre è in vacanza con la moglie e i figli, o venisse bombardata la Casa Bianca, se venissero mandati i carri armati in strada contro la gente, se i soldati sparassero alla gente dagli elicotteri e il capo dei terroristi responsabili di tutto questo fosse in Turchia?", ha chiesto, retoricamente, il ministro turco parlando con la stampa ad Ankara. La Turchia sembra voler aumentare il pressing sugli USA anche in vista della visita del segretario di Stato americano il 24 agosto.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...

Immigrati, chi ci campa?
accoglienza e bastonate

Immigrati, chi ci campa?

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita
carpi, Vittima 19enne per bottino da 100 euro

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU