I dati del rapporto Antigone

Carcerati, calano o crescono?

Troppi detenuti nelle carceri? Il Governo si è inventato diversi artifizi per non ricorrere da amnistie ed indulti, e far sembrare che il numero degli arrestati sia calato. Ma...

Redazione
Carcerati, calano o crescono?

Foto ANSA

La propaganda renziana ci viene a raccontare che il numero dei carcerati è calato. E non è vero

Il trucco più scandaloso era stato denunciato qualche mese fa dal fuoco amico di Repubblica, che aveva scoperto che “per far sembrare meno affollate le carceri si trasferiscono i detenuti a casaccio”. Il decreto più noto, datato dicembre 2013, è lo “svuotacarceri” voluto dalla allora ministro Severino, dopo una condanna della Corte europea dei diritti umani di Strasburgo; il decreto prevedeva uno sconto di pena aggiuntivo per i detenuti in via definitiva. Il beneficio ha riguardato solo 1.311 carcerati ; e poi il cosiddetto “porte girevoli”, che ha rimesso in libertà un migliaio di detenuti. Il che non vuol dire che la criminalità sia calata, ma semplicemente che è aumentato il numero dei detenuti rimessi a piede libero senza che abbiano espiato la colpa comminata.

Secondo l’associazione Antigone, autrice l'anno scorso di un Rapporto sulla condizione dei detenuti nelle carceri italiane, il numero dei carcerati è calato di circa 16mila unità rispetto al record del 2010. Nel rapporto di Antigone si legge: “I detenuti al 30 giugno 2015 erano 52.754. Nel 2010 erano 68.258. Le riforme messe in campo a partire dal 2012 e consolidate di recente hanno prodotto una situazione di minore affollamento”. Diminuito il numero di detenuti in custodia cautelare – ovvero persone non condannate e presunte innocenti  – che erano il 43,4% nel 2010 e oggi sono il 33,8% del totale della popolazione carceraria. Cala anche il numero di stranieri detenuti, che passa dal 36,5 al 32,6% in cinque anni, ma il dato va interpretato, in quanto aumenta il numero di persone che beneficiano delle misure alternative.

Secondo il Ministero della Giustizia gli stranieri incarcerati, al 31 marzo 2016, sono 17.920, l'anno scorso erano 17.304. Dov'è dunque che son o diminuiti? Quelli che causano maggiori problemi sono i marocchini, che svettano in cima alla classifica con 3024 detenuti. Seguono poi apari merito i rumeni e i ruandesi (2850), gli algerini (2473), i tunisini (1964). Come dire che gli immigrati più problematici sono tutti nordafricani. Ancora, il Ministero ha fornito i numeri anno per anno. I detenuti erano 65.701 nel 2012 (23.492 gli stranieri), 62.536 (21.854 stranieri) nel 2013, 53.623 (17.462) nel 2014.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione rubando la democrazia ai cittadini
"si sta rubando la democrazia ai cittadini "

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU