Guerra contro le nostre tradizioni

Natale a scuola, siamo alle solite: nuove censure per non offendere gli islamici

Canti natalizi cancellati o modificati, Babbo Natale che porta "permessi di soggiorno", divieto di benedizione delle aule: tutto in nome della laicità

Redazione
Natale a scuola, siamo alle solite: nuove censure per non offendere gli islamici

Foto ANSA

Si avvicina il Natale, e come accade ormai da alcuni anni a questa parte si susseguono le segnalazioni di censure e modifiche ai testi e alle tradizioni, giustificati con la necessità di portare rispetto agli alunni di fede musulmana e alle loro famiglie. Nelle scorse settimane alla scuola primaria "De Amicis" dell'Aquila è nata una polemica per la decisione di cancellare i canti natalizi, mentre in un istituto di Sorbolo è stata adottata una canzone nella quale Babbo Natale "porta un sacco pieno di permessi di soggiorno", fatto che il leader leghista Matteo Salvini ha definito "assurdo e di una gravità assoluta".

A Barzanò, nel Lecchese, è stato lasciato fuori dalla scuola il parroco don Renato Cameroni, al quale è stato concesso dalla dirigente di benedire le aule solo fuori dall'orario scolastico, decisione che ha fatto infuriare molti genitori. A Taranto l'ultimo episodio in ordine di tempo: in nome della laicità sarebbe stato chiesto al dirigente di mettere al bando i canti nei quali viene citato Gesù Bambino, che verrebbero considerate come attività di proselitismo. Le associazioni agnostiche supportano la cancellazione delle tradizioni: per loro, ricordare le cerimonie di una sola religione è esclusione.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...

In 4000 a Ventimiglia per il passaporto Ue. Agli immigrati
buonisti alla riscossa. accampati al cimitero

In 4.000 a Ventimiglia per il passaporto Ue. Agli immigrati

"Un africano non sa che in Italia non si può violentare"
stupro di rimini, l'avvocatessa buonista

"Un africano non sa che in Italia non si può violentare"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU