Asse di ferro alle elezioni

Orbán: "Bene Salvini in Polonia, è il mio eroe. Uniti in Europa contro l'invasione"

Il premier ungherese apprezza l'incontro con Kaczyński e il patto proposto dal leader leghista: "Il primo politico a dire che l'immigrazione può essere fermata"

Alessio Colzani
Orbán: "Bene Salvini in Polonia, è il mio eroe. Uniti in Ue, contro l'invasione"

Matteo Salvini e Viktor Orbán a Milano. Foto ANSA

Un asse di ferro tra le forze politiche contrarie all'immigrazione incontrollata, che ottenga la maggioranza al Parlamento europeo nelle elezioni di maggio per cambiare così il volto delle istituzioni Ue. Il capo del governo ungherese Viktor Orbán si è detto molto felice dell'intesa siglata mercoledì a Varsavia tra il ministro dell'interno italiano Matteo Salvini e il leader del partito di maggioranza polacco Diritto e Giustizia, Jarosław Kaczyński; il primo ministro magiaro ha individuato in Emmanuel Macron l'avversario da battere nella consultazione per il rinnovo del Parlamento europeo.

L'auspicio manifestato da Orbán è quello di un fronte comune tra le forze politiche che si collocano a destra del Ppe, per porre un freno al piano di sostituzione etnica imposto da George Soros all'attuale troika Ue. "Ho detto che Salvini è il mio eroe personale, ed è così che lo considero" ha ribadito il premier ungherese, apprezzando il patto di 10 punti proposto dal leader leghista per riformare l'Unione europea. "Lui è stato il primo politico a dire che l'immigrazione può essere fermata. Il nostro obiettivo è che chi si oppone all'invasione diventi maggioranza nelle istituzioni continentali".

Matteo Salvini e Jarosław Kaczyński a Varsavia. Foto ANSA


"Vogliamo che tutte le forze contrarie all'invasione si alleino nell'Ue, per creare un argine a coloro che che la vorrebbero imporre", ha detto il primo ministro magiaro citando esplicitamente Macron quale leader del "fronte pro-immigrazione". Un auspicio che era già stato espresso dal premier ungherese lo scorso agosto a Milano, in occasione di un cordiale incontro con il ministro Salvini. "Siamo vicini a una svolta storica per il futuro dell'Europa: oggi comincia un percorso di incontri, ce ne saranno tanti altri" aveva commentato il segretario della Lega al termine di quella giornata.

"È mio dovere oppormi a Macron" ha spiegato oggi Orbán. "Con lui nulla di personale, è una questione che riguarda il futuro dei nostri Paesi". Nessun compromesso è possibile nemmeno con la Germania la cui politica migratoria è contraria "alla nostra idea di non voler trasformare l'Ungheria in una nazione di immigrati" ha aggiunto il premier magiaro. "Non è importante quello che voglio io, conta quello che vogliono gli ungheresi - ha quindi concluso - ed è chiaro che i nostri cittadini hanno assunto posizioni chiare su tre questioni importanti: immigrazione, famiglia e cultura".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Commissario Ue, finalmente un ministro italiano
grimoldi: "mogherini? chiamate chi l'ha visto"

Commissario Ue, finalmente un ministro italiano

Regione Lombardia contro le truffe agli anziani
fondi per una campagna di informazione televisiva

Regione Lombardia contro le truffe agli anziani

L’Holodomor, lo sterminio di 6 milioni di ucraini voluto da Stalin
Tradotto in italiano il film sulla “Grande fame” in Ucraina

L’Holodomor, lo sterminio di 6 milioni di ucraini voluto da Stalin

"Trump? Mi violentò in un camerino"
ricostruzione surreale e sospetta

"Trump? Mi violentò in un camerino"

Etiopia: tentato golpe nello stato di Amhara
colpito il capo dell'Esercito

Etiopia: tentato golpe nello stato di Amhara

Albania, terra di martiri…
Ernest Simoni, il sacerdote mai arreso al comunismo

Albania, terra di martiri…

Notre-Dame: se questi sono i progetti, lasciatela così!
Notre-Dame: se questi sono i progetti, lasciatela così!

L’arcivescovo Michel Aupetit: “Abbiamo vergogna della fede dei nostri avi?”


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU