emergono inquietanti retroscena sulla sparizione di Suad

Marocchina scomparsa a Brescia: "Il marito trascinava un sacco che sembrava muoversi"

Nel video delle telecamere di sorveglianza si vede "un uomo con il cappello che trascina un sacco che sembrava addirittura muoversi..."

Redazione
Marocchina scomparsa a Brescia: "Il marito trascinava un sacco che sembrava muoversi"

"Il sacco sembrava muoversi". Con queste allucinanti parole una testimone descrive la scena ripresa da una videocamera di sorveglianza che mostra il marocchino Abdelmjid El Biti trascinare qualcosa di pesante, prima di caricarlo in macchina. Ed il sospetto è che l'uomo abbia ucciso la consorte, sua connazionale scomparsa da giorni a Brescia, e ne abbia occultato il corpo dopo averlo caricato in macchina.


"L’ho vista per l’ultima volta sabato sera e mi sembrava tranquilla. La cosa che mi ha fatto pensare male è che lunedì a casa c’erano soli i suoi bimbi e la più grande era davvero triste. Quando il mio compagno le ha chiesto cosa avesse ha risposto che era triste perché non c’era la mamma e che non aveva nemmeno voglia di giocare". A parlare è Teresa, la titolare del bar di via Milano a Brescia, la cui telecamera di sicurezza ha inquadrato Abdelmjid El Biti mentre intorno alle 4.20 di lunedì mattina trasportava a fatica un pesante sacco scuro dalla casa in cui viveva la ex moglie.


"Dentro quel sacco per gli inquirenti c’era il corpo, forse ancora in vita, di Suad Allou marocchina di 29 anni e madre di due bimbi, una di 9 e l’altro di tre anni", scrive Il Giorno. "Per gli inquirenti il 50enne operaio in una fonderia di Seniga (il paese della Bassa dove viveva) avrebbe ucciso la moglie e poi avrebbe fatto sparire il suo corpo dopo averlo caricato in auto. L’uomo dopo avere lasciato i figli da soli nella casa di via Milano per 24 ore - i bimbi avrebbero poi chiesto aiuto ai vicini di casa - si sarebbe recato negli uffici della polizia Locale per denunciare la scomparsa. Il racconto non ha però convinto gli agenti". Dal carcere, Abdelmjid El Biti continua a dichiarasi innocente.

Ma la testimonianza di Teresa è scioccante: "Gli agenti della Locale mi hanno chiesto il video e glielo ho consegnato. Poi sono stata convocata in questura e mi hanno chiesto se riconoscessi nelle immagini qualcuno. C’era un uomo con il cappello che trascinava un sacco che mi sembrava addirittura muoversi...".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Immigrati, ora lo dice anche Crimi: "La pacchia è finita"
"Sui 660 di Aquarius avrebbero lucrato 600mila euro"

Immigrati, ora lo dice anche Crimi: "La pacchia è finita"

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Macron fa dietrofront: ecco le scuse agli italiani
La telefonata chiarificatrice col premier Conte

Macron fa dietrofront: ecco le scuse agli italiani


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU