tutti cazzi per blair

La guerra in Iraq? Per vicepremier inglese "rimuovere Saddam fu un errore"

John Prescott si pente e vuota il sacco: "Abbiamo aperto il vaso di Pandora". "Illegale, fu una decisione catastrofica"

Alfredo Lissoni
La guerra in Iraq? Per vicepremier inglese "rimuovere Saddam fu un errore"

La guerra in Iraq nel 2003 "fu illegale". Ad affermarlo senza giri di parole sul Sunday Mirror, a pochi giorni dal rapporto della commissione d'inchiesta Chilcot che ha puntato il dito contro il premier di allora, Tony Blair, è John Prescott, che in quegli anni fu vicepremier. Prescott ammette di dover convivere con il senso di colpa di aver fatto parte di un governo che prese una "decisione catastrofica".


"Rimuovendo Saddam Hussein abbiamo aperto il vaso di Pandora", scrive l'ex vice di Blair, sottolineando le vittime britanniche di quel conflitto (175 militari uccisi, centinaia e centinaia di feriti) e la strage d'iracheni. Ma nello stesso tempo accusa Blair d'aver tenuto largamente all'oscuro il gabinetto dei suoi 'patti' con George W.Bush. Prescott chiede poi scusa per se stesso e apprezza che l'attuale leader del Labour, Jeremy Corbyn, pacifista storico, lo abbia fatto a nome del partito allora blairiano. Infine annuncia "una mozione di censura" ai Comuni contro Blair, che lo stesso Corbyn ha già fatto sapere d'essere "probabilmente" disposto a votare.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo
soccorsi e portati in un campo profughi a Khoms

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo

Saviano da del mafioso a Salvini
il naufragio del pensiero

Saviano dà del mafioso a Salvini

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU