Ricolfi intervistato da Libero

L'epica bastonata del prof. di sinistra a Renzi: "Ius Soli? È come dire: venite, tanto non vi rimandiamo indietro"

Il docente smonta anche le tesi di Boeri: "Il costo dell’accoglienza è già oggi più del doppio del risparmio calcolato dal presidente dell'Inps". E sulla cittadinanza facile dice che "allargare le maglie ora, con i flussi migratori fuori controllo, può rivelarsi una mossa azzardata"

Redazione
L'epica bastonata del prof. di sinistra a Renzi: "Ius Soli? È come dire: venite, tanto non vi rimandiamo indietro"

Foto ANSA

Luca Ricolfi, docente all’Università di Torino, è sociologo di sinistra con posizioni spesso fuori dal coro. Anche sull’immigrazione. In un’intervista a Libero, mette a nudo le clamorose contraddizioni di un Matteo Renzi che “ha perso la bussola”. E smonta le tesi del presidente dell’Inps sui presunti benefici economici derivanti dagli immigrati. Un uomo di sinistra che ribalta i luoghi comuni della sinistra.

A cominciare dallo ius soli: “L’Italia è già tra i paesi che negli ultimi anni sono stati più generosi nella concessione della cittadinanza. Allargare le maglie ora, con i flussi migratori fuori controllo, può rivelarsi una mossa azzardata”. E si sofferma sul significato politico della cittadinanza facile: “Il punto è il messaggio che si invia a chi desidera trasferirsi in Europa. Per ora i messaggi sono due: in Italia si arriva facilmente, perchè c’è sempre qualcuno che ti salva e ti sbarca nella penisola. E chi riesce ad arrivarci vivo (il 99% di chi parte) può fermarsi anche se non ne avrebbe il diritto, perchè tanto non ti riportano indietro. Allargare le maglie ora rafforzerebbe questi messaggi”.

Sul segretario del PD, che ora afferma il contrario di quanto sostento e praticato per anni, il giudizio è chiaro: “Renzi ha bisogno della battaglia dello ius soli per tenere unito il popolo della sinistra che Pisapia e i fuoriusciti del Pd gli stanno contendendo”. Ma promettendo di approvare lo ius soli e nel contempo auspicando il numero chiuso per gli immigrati, l’ex premier va in evidente cortocircuito: “Quelle di Renzi sono le contorsioni di un uomo che ha perso la bussola. Ha passato tre anni cercando di convincerci che i salvataggi in mare e accoglienza fossero doveri morali, ora dice che bisogna mettere un tetto al flusso dei migranti, ma al tempo stesso difende lo ius soli. Tentativo maldestro di salvare capra e cavoli”.

Quindi la stoccata a Tito Boeri e ai suoi calcoli sul fatto che bloccare l’immigrazione costerebbe al Paese 38 miliardi, ovvero una sciagura economica. Per Ricolfi si tratta di un “ragionamento tendenzioso”. “Nel calcolo di Boeri, secondo cui gli immigrati ci farebbero risparmiare 1.7 miliardi l’anno nei prossimi 22 anni, mancano almeno 5 voci essenziali: quel che ci costa oggi l’accoglienza; quello che ci costano gli immigrati che non lavorano; quello che ci costano, anche in termini di criminalità, gli immigrati irregolari; quel che ci costano gli immigrati in carcere (un detenuto su tre); quello che ci costeranno le pensioni degli immigrati quando ne matureranno il diritto (la simulazione di Boeri si ferma al 2040, giusto in tempo per non includere questa voce). E la prima voce da sola, il costo dell’accoglienza, è già oggi più del doppio del risparmio calcolato da Boeri”.

Il sociologo torna anche sul concetto della sinistra “che disprezza il popolo”, già sviscerato in diverse pubblicazioni e in un’intervista al PopulistaLa passione della sinistra per i migranti è una sorta di compensazione per la sua rinuncia alla difesa dei ceti popolari. La sinistra non ama il popolo, ma per potersi ancora chiamare sinistra ha bisogno di amare i migranti. I migranti sono una specie di ‘succedaneo’ della classe operaia”. Parliamo della stessa sinistra, non solo politica ma anche mediatica, che s’indigna quando il popolo vota in “modo sbagliato”. Brexit e Trump insegnano: “Il popolo è anni che viene ignorato, o deriso, o addirittura disprezzato da chi pensa di avere il monopolio della verità, della giustizia, della civiltà”. Del resto “la sinistra non ha più idee generali, né progetti convincenti, e così le resta solo la competizione fra galli che ci regala oggi”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'ultima cazzata del Governo: il reddito di nascita
ma dove li trovano tutti questi soldi?

L'ultima cazzata del Governo: il reddito di nascita

Immigrati, dopo lo sbarco a Noto i poliziotti finiscono in isolamento
SE ARROSTISCONO GATTI, SONO POVERI AFFAMATI, SE SEVIZIANO UCCELLI, SONO DISAGIATI..
SCHEGGE DVRACRVXIANE

Se arrostiscono gatti...

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Immigrati, dopo lo sbarco a Noto i poliziotti finiscono in isolamento
SE ARROSTISCONO GATTI, SONO POVERI AFFAMATI, SE SEVIZIANO UCCELLI, SONO DISAGIATI..
SCHEGGE DVRACRVXIANE

Se arrostiscono gatti...


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU