NUOVO ROMANZO IN LIBRERIA

Ancora incubi per il re dell'horror

Il titolo è tutto un programma, Il bazar dei brutti sogni; è il nuovo libro di Stephen King

Alfredo Lissoni
Ancora incubi per il re dell'horror

Si tratta di una raccolta di venti racconti, alcuni inediti e altri già pubblicati, ora raccolti da Sperling. Vengono toccati temi come la morale, la vita dopo la morte, il senso di colpa, i rimorsi e i rimpianti, esplorando gli angoli più reconditi e oscuri della mente e dell’animo umano, quei luoghi che da sempre rappresentano un terreno fertile per l’immaginazione e la produzione di King. Il Re è tornato ed è in forma smagliante e scherza con il pubblico dei lettori, impersonando un affettato piazzista pronto ad affabulare dietro a sua bancherella di stramberie. Non vi anticipiamo nulla dei racconti, per non sciupare la (gustosissima) sorpresa. Non si svela mai il finale, e nemmeno la trama. E Stephen, ormai, può permettersi qualsiasi licenza poetica, con i lettori, visto che furoreggia nel panorama della narrativa americana oramai da quarant'anni, indiscusso re dell'orrore. Anche la critica ha dovuto riconoscerglielo, quella stessa critica che un tempo lo guardava con sospetto (Kubrick nemmeno sapeva chi fosse l'autore del romanzo Shining, dal quale stava per trarre un film indimenticabile).

E infine, il giorno della riscossa è arrivato. Lo scrittore americano, che ha legato il proprio nome a romanzi di successo come Carrie, Cujo, Shining, La zona morta e Salem’s Lot, l'anno scorso ha vinto l'Edgar Allan Poe Award ed è stato premiato durante una cerimonia a New York e il suo nome ha vinto tra la sorpresa generale. L’autore di tanti bestseller è risultato vincitore con il romanzo Mr. Mercedes, un thriller con venature macabre, ma diverso dal genere che lo ha reso famoso. “Con il suo libro, King rappresenta il male di ogni giorno”, ha detto la giuria. King ha battuto calibri del thriller come Ian Rankin, Stuart Neville e Karin Slaughter che erano in corsa per il prestigioso premio. Durante la stessa cerimonia, James Ellroy e Lois Duncan sono stati nominati “Grand Master”, un titolo onorifico che l’associazione Mystery Writers of America dedica ai giganti del genere. L’Edgar Award, come è conosciuto dagli addetti ai lavori, è assegnato ogni anno dall’associazione Mystery Writers of America.

Nel corso di una storia di oltre 60 anni, l’Edgar Allan Poe Award ha ricompensato nel passato, tra gli altri, Patricia Highsmith, John le Carré e Raymond Chandler. Interessante il fatto che il re dell’orrore si sia progressivamente staccato dal suo genere tradizionale per approdare ad una letteratura più matura ed interiore, ove la quotidianità stessa può essere foriera di terrori. Accantonati vampiri, scanners, lupi mannari e demoni, King ha sviluppato un tema ricorrente in molte sue opere giovanili, il momento catalizzatore, vale a dire la situazione – solitamente emotiva – che scatena i terrori quotidiani (in Cujo il rapporto conflittuale tra il ragazzo ed il patrigno, in Shining l’insofferenza familiare del protagonista nei confronti della moglie persecutoria, in Carrie lo scontro generazionale tra la giovane sensitiva e la madre pazzoide e bigotta ecc…).

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia
Firenze ricorda Oriana
convegno internazionale sulla fallaci

Firenze ricorda Oriana

FLAT TAX, il libro della rivoluzione fiscale
Shock fiscale, ecco il manuale

Flat Tax, il libro della rivoluzione fiscale


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU