Norma Cossetto, italiana, figlia e martire dell’Istria, torturata e poi infoibata il 5 ottobre 1943. Aveva 24 anni

“Red Land - Rosso Istria”, il film

L’opera prima dell’argentino Maximiliano Hernando Bruno uscirà giovedì prossimo per Venicefilm

Giuseppe Brienza
“Red Land - Rosso Istria”, il film

Ci sono voluti ben 75 anni per raccontare al cinema la storia di Norma Cossetto (1920-1943), giovane italiana, torturata, violentata e uccisa in Istria da partigiani comunisti titini il 5 ottobre del 1943. A tracciarne il ritratto è il film autoprodotto (“indie”) “Red Land - Rosso Istria”, opera prima come regista di Maximiliano Hernando Bruno, argentino, classe 1977, che ha alle spalle diverse buone prove da sceneggiatore cinematografico. Dopo l'anteprima al lido nello spazio Regione Veneto, e la prima mondiale a Roma, il film ha conquistato una casa produttrice e, giovedì prossimo 15 novembre, uscirà con Venicefilm Srl, una società di produzione cinematografica e televisiva, con sede a Padova.

La protagonista è la bellissima Selene Gandini e, fra gli altri attori, coinvolge nomi importanti come Franco Nero e la statunitense Geraldine Chaplin, oppure meno noti ma di grande qualità e giovani come Sandra Ceccarelli, Romeo Grebensek, Eleonora Bolla e Vincenzo Bocciarelli. "Spero il film possa colmare il vuoto emozionale con cui molte persone si relazionano al dramma delle foibe. Bisogna far ascoltare queste urla di morte e urlare insieme a loro" ha dichiarato il regista.

A ottobre la Regione Friuli Venezia-Giulia, grazie ad una mozione approvata all'unanimità dal Consiglio regionale promossa dai consiglieri Claudio Giacomelli e Alessandro Basso (FdI/An), Piero Camber (FI) ed Antonio Lippolis (Lega), si è per la prima volta pubblicamente impegnata affinché siano promosse iniziative per la diffusione della storia di Norma e degli esuli istriani tra gli studenti. L'assessore all'Istruzione Alessia Rosolen, a tal riguardo, ha lavorato ad una modifica della legge regionale n. 13/2018 sul diritto allo studio, al fine di inserire una norma che dia equità e trasparenza ai fondi destinati al “Giorno del Ricordo” e alla “Giornata della Memoria” (che ricorre come noto ogni anno il 10 febbraio). "Credo che un gesto di ricordo Norma Cossetto se lo meriti - ha aggiunto l'assessore alla Cultura Tiziana Gibelli - perché ragazza che si rifiutava di rinnegare le proprie idee e morta in modo atroce proprio per questo".

Norma Cossetto, alla quale nel 2005 l’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha attribuito la Medaglia d'oro al Merito Civile, è stata una delle migliaia di vittime dei massacri delle foibe, cui si sono aggiunti i drammi dei circa 350 mila italiani esuli dalla Venezia Giulia e dalla Dalmazia che sono stati scacciati, espropriati e maltrattati in ogni modo.

Se vogliamo che le tragiche avventure che si sono consumate in Istria e altrove non si ripetano più, oltre al “dovere della memoria”, occorrerebbe che tutto il nostro sistema sociale, culturale e politico non si dividesse più su tali vicende personali e storiche, finora censurate dal mainstream. Tutti dovremmo avere come base del nostro essere Italiani il rispetto della dignità della persona umana, valore irrinunciabile e diritto allo stesso indisponibile e fondamentale. Dovrebbero venire in molti a in Venezia Giulia e in Dalmazia a conoscere, ricordare ed onorare la memoria dei tanti nostri connazionali che, in nome di una ideologia assassina, sono stati trucidati dai comunisti nelle foibe e, poi, sono stati dimenticati e traditi (per dire il meno) a causa dell’opportunismo e dell’ignoranza di troppe persone. 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Milano, indiano molesta ragazzina sul bus: "Ma che, mi arrestate?"
credono di poter fare tutto quello che vogliono...

Milano, indiano molesta ragazzina sul bus: "Ma che, mi arrestate?"

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Ci siamo giocati il Padre Nostro! La Chiesa lo cambia
Ci siamo giocati il Padre Nostro! La Chiesa lo cambia
“Red Land - Rosso Istria”, il film
Norma Cossetto, italiana, figlia e martire dell’Istria, torturata e poi infoibata il 5 ottobre 1943. Aveva 24 anni

“Red Land - Rosso Istria”, il film

Papa Francesco: "L'inferno non esiste"
la "teologia sbagliata" di bergoglio

Papa Francesco: "L'inferno non esiste"

Ridateci gli Oh bej! Oh bej!
morelli: "La fiera deve tornare ad essere una festa per i milanesi"

Ridateci gli Oh bej! Oh bej!


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU