lavoro nero nel napoletano

Clandestini sfrutttati come schiavi da sei bengalesi

A far partire le indagini sono state le denunce presentate da alcuni dei lavoratori stranieri vittime dell'organizzazione. Tra gli arrestati ci sono i titolari di tre opifici tessili

Redazione
Clandestini sfrutttati come schiavi da sei bengalesi

Facevano approdare clandestinamente operai del Bangladesh in Italia, costringendoli a lavorare sino a 13-14 ore al giorno in cambio di 300 euro al mese. Sei cittadini bengalesi, residenti in provincia di Napoli, sono stati arrestati giovedì dalla squadra mobile in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip su richiesta della Dda. A far partire le indagini sono state le denunce presentate da alcuni dei lavoratori stranieri vittime dell'organizzazione.


Tra gli arrestati ci sono i titolari di tre opifici tessili con sede a Casandrino e Grumo Nevano, in provincia di Napoli, che sono stati sottoposti a sequestro. Avvalendosi di complicità nel loro Paese reclutavano connazionali che venivano convinti a trasferirsi in Italia (dietro pagamento di 10-12mila euro all'organizzazione) con la promessa di lavori ben remunerati.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU