Minacciata con un coltello

Marocchino sequestra e violenta per 15 giorni la sua ex compagna nel Salernitano

La giovane donna, sua connazionale, aveva iniziato una relazione con lui, ma una volta scoperto che era sposato in Marocco aveva deciso di mollarlo

Redazione
Marocchino sequestra e violenta per 15 giorni la sua ex compagna nel Salernitano

Foto ANSA

Non ha accettato la fine della loro, seppur breve, relazione e così, secondo l'accusa, ha sequestrato ed ha abusato per quindici giorni di una donna, sua connazionale. Protagonista della vicenda un marocchino di 29 anni, incensurato, che nella serata di domenica 9 ottobre è stato arrestato a Eboli (Salerno). La giovane, 26 anni, aveva iniziato una relazione con lui, ma una volta scoperto che era sposato in Marocco, ha interrotto la storia.

L'uomo non ha accettato la decisione della donna e così circa due settimane fa si è presentato a casa sua (in località Cioffi di Santa Cecilia) e, secondo quanto ricostruito, l'ha minacciata con un coltello e costretta a seguirlo in un appartamento di Battipaglia, dove l'ha tenuta segregata per quindici giorni, abusando di lei sessualmente. La ragazza, domenica sera, è riuscita ad allontanarsi di casa e quindi a scappare, con il pretesto di dover telefonare ai genitori in Marocco.

Pochi minuti dopo è stata raggiunta dal marocchino che l'ha aggredita cercando facendola entrare con forza in macchina. Sul posto c'era però una pattuglia di carabinieri che ha assistito alla scena, provvedendo immediatamente a bloccare l'uomo. Una volta perquisita la sua abitazione sono stati trovati il coltello e i documenti della giovane. Il marocchino è finito ai domiciliari mentre la ragazza è stata condotta in una comunità protetta.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Per il 25 aprile la Boldrini se la prende con Facebook
il paese affonda e lei pensa ai social

Per il 25 aprile la Boldrini se la prende con Facebook

Brexit, mezzogiorno di fuoco Juncker-May
in piena campagna elettorale

Brexit, mezzogiorno di fuoco Juncker-May

Un profugo violenta una volontaria della Croce Rossa
All'interno del centro di accoglienza di Como

Un profugo violenta una volontaria della Croce Rossa


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU