Nuove grane per la cancelliera

Germania: terroristi legati all'Isis. Lo stesso esplosivo di Parigi e Bruxelles

I due siriani arrestati, secondo la polizia sassone, farebbero parte di una cellula dello Stato Islamico. La Csu chiede alla Merkel un controllo su tutti i profughi

Redazione
Germania: terroristi legati all'Isis. Lo stesso esplosivo di Parigi e Bruxelles

L'irruzione della polizia nell'appartamento. Da bild.de

Il capo della polizia sassone, Joerg Michaelis, lunedì 10 ottobre ha confermato che esiste un legame molto forte fra i siriani arrestati in seguito all'azione antiterrorismo avvenuta in Sassonia a Lipsia e l'Isis. Il poliziotto ha spiegato che l'esplosivo trovato a Chemnitz nell'appartamento dove alloggiavano i due profughi sarebbe del tipo "Tatp" e quindi "potrebbe corrispondere" a quello utilizzato negli "attentati di Parigi e Bruxelles".

"Nell'appartamento, oltre a parti di metallo come bulloni, abbiamo trovato due inneschi e diverse centinaia di grammi di sospetta sostanza esplosiva tra l'altro in forma di cristalli", ha detto Michaelis in una conferenza stampa tenuta a Dresda e trasmessa dalla tv Phoenix. "Gli specialisti della polizia regionale - ha aggiunto - hanno concluso che potrebbe trattarsi Tatp, quindi di perossido di acetone. Questo tipo corrisponderebbe all'esplosivo utilizzato negli attentati di Parigi e Bruxelles", ha detto ancora il capo del Lka sassone sottolineando che questo materiale "è oltremodo sensibile, altamente esplosivo ed instabile".

Dopo l'arresto del siriano accusato di preparare una bomba e del suo complice, la Csu - l'ala destra del partito della cancelliera Angel Merkel - ha chiesto un esame capillare di tutti i profughi in Germania, anche quelli che sono già nel paese devono essere esaminati "anche con il coinvolgimento dei nostri servizi segreti", ha detto a Monaco di Baviera il leader della Csu, Horst Seehofer, come riferisce l'agenzia Dpa.

A rendere ancora più teso il clima arrivano le dichiarazioni del ministro dell'Interno tedesco. "Le indagini hanno mostrato che simili atti, come li abbiamo visti in Francia e Belgio, non sono da escludere anche in Germania": questo il commento agli arresti da parte di Thomas de Maiziere. Il caso, ha detto ancora il ministro, dimostra inoltre la "immutata situazione di minaccia da parte del terrorismo internazionale" in Germania. De Maiziere ha aggiunto che "le nostre autorità di sicurezza sono molto vigili".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU