Incubo a Prato

Aguzzini cinesi: bambino picchiato e costretto a lavorare

Un 12enne lavorava 8 ore al giorno dopo la scuola e subiva vessazioni fisiche e psicologiche da padre e sorella in caso di scarso rendimento scolastico. Salvato da una confidenza ai compagni di classe

Redazione
Aguzzini cinesi: bambino picchiato e costretto a lavorare

Un padre cinese aguzzino, anzi una famiglia di aguzzini visto che ai maltrattamenti partecipava anche la sorella. Lui, bambino di 12 anni, veniva costretto a lavorare per 8 ore al giorno a partire dalle 16,30 piegando abiti e lavorando alla macchina da cucire. Poi se il rendimento scolastico non era quello auspicato dai familiari veniva costretto veniva picchiato dal padre con una corda o bucato con l’ago della macchina da cucire dalla sorella.

È successo a Prato, secondo quanto riporta l’edizione locale del Tirreno. Il bambino aveva confidato gli orrori ai compagni di classi, i quali avevano messo al corrente le insegnanti. Confermato il racconto, è scattata la segnalazione alla procura con il pm Antonio Sangermano che ha cominciato a indagare. Il bimbo ha spiegato che le vessazioni fisiche e psicologiche erano iniziate quando aveva 6 anni. Il giudice ha allontanato il bambino da casa vietando al padre di avvicinarlo.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo
non la lasciano in pace neanche da morta

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo

Latina, sorprende ladro, spara e ne uccide uno
Avvocato esplode 8 colpi di pistola

Latina: sorprende ladro, spara e ne uccide uno

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Latina, sorprende ladro, spara e ne uccide uno
Avvocato esplode 8 colpi di pistola

Latina: sorprende ladro, spara e ne uccide uno

Immigrati, la lettera del poliziotto ad un giornale: "Ma questa è un'invasione"
un agente svela cosa c'è dietro gli sbarchi dalla tunisia

Immigrati, la lettera del poliziotto ad un giornale: "Ma questa è un'invasione"

Scoppia la lite nel suk di Torino, nigeriano accoltella e uccide un italiano
da tempo i cittadini dicono no al ghetto dei clandestini

Scoppia la lite nel suk di Torino, nigeriano accoltella e uccide un italiano


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU