Norvegia, dopo il discorso buonista del re

Musulmana vuole vietare l'ingresso agli uomini. La parrucchiera si rifiuta di servirla e rischia 6 mesi di carcere

Il Paese scandinavo attraversato da nuove tensioni. La cliente, indossando l'hijab, pretendeva che fosse proibito l'ingresso agli uomini in base ai propri dettami religiosi che le impongono di non mostrare i capelli. In una realtà dove il parrucchiere unisex è la regola

Redazione
Musulmana vuole vietare l'ingresso agli uomini. La parrucchiera si rifiuta di servirla e rischia 6 mesi di carcere

Una parrucchiera norvegese rischia sei mesi di carcere per aver rifiutato di servire una cliente musulmana. La quale, con indosso il hjiab, chiedeva di vietare l’ingresso agli uomini. L’esercente ha spiegato così il suo gesto davanti al giudice, secondo quanto riporta Repubblica: “Ho rifiutato l’ingresso di quella donna perché quella donna velata voleva che io rifiutassi l’ingresso ai clienti maschi, in quanto per la sua religione non avrebbe potuto mostrare i capelli agli uomini”.

E occorre ricordare che nei paesi scandinavi non esistono parrucchieri per soli uomini. Merete Hodne è stata dunque trascinata in tribunale da Malika Bayan. La vicenda si è svolta nel comune di Bryne, nella Norvegia dei discorsi buonisti del re, ma anche delle ferree misure previste dal governo per arginare l’invasione.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione rubando la democrazia ai cittadini
"si sta rubando la democrazia ai cittadini "

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione

Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit

È morto Fidel Castro
cuba piange il lider maximo

È morto Fidel Castro

Fidel è morto
la vignetta di krancic

Fidel è morto


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU