Situazione fuori controllo

Como, risse alla stazione occupata dai clandestini: altri tre in ospedale

Prosegue tra le violenze l'invasione da parte di centinaia di immigrati, che aumentano ogni giorno, dei parchi cittadini trasformati in discariche

Redazione
Como, risse continue alla stazione occupata dai clandestini: altri tre in ospedale

Clandestini accampati alla stazione di Como. Foto ANSA

Notte agitata quella tra martedì 9 e mercoledì 10 agosto a Como, davanti a quella stazione San Giovanni ormai nota alle cronache per essere stata trasformata in un campo profughi. Ogni giorno arrivano tra i 100 e i 150 nuovi clandestini, e ormai si sfiora quota 600 mentre l'amministrazione comunale a guida Pd si consulta coi parlamentari del partito alla ricerca di una soluzione che possa accontentare i "No borders", delinquenti dei centri sociali che hanno imbrattato gli edifici della città prendendo le parti degli immigrati.

Mentre la Svizzera prosegue coi respingimenti e non ha nessuna intenzione di aprire le frontiere, nel capoluogo lariano la situazione si fa ogni giorno più drammatica. Gli episodi di tensione e violenza non si contano più nella zona di Piazzale San Gottardo, e nella notte in questione si sono contate ben due risse in neppure un'ora: la prima alle 2:40 e la seconda 40 minuti dopo. Nella prima è rimasto ferito in modo non grave un uomo, subito trasportato all'ospedale Sant'Anna; il secondo episodio di violenza ha visto coinvolti due giovani di 21 e 26 anni, ricoverati all'ospedale di Cantù, anche'essi con ferite non gravi.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Latina, sorprende ladro, spara e ne uccide uno
Avvocato esplode 8 colpi di pistola

Latina: sorprende ladro, spara e ne uccide uno

Scoppia la lite nel suk di Torino, nigeriano accoltella e uccide un italiano
da tempo i cittadini dicono no al ghetto dei clandestini

Scoppia la lite nel suk di Torino, nigeriano accoltella e uccide un italiano


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU