SUD SUDAN NEL CAOS

L' Osservatore Romano lancia l'allarme: "L'ondata di profughi che raggiungono le coste europee potrebbe ingrossarsi"

Il paese africano nato dalla secessione delle aree meridionali del Sudan, è al centro di una grave crisi politica ed economica. Il quotidiano della Santa Sede lancia l'allarme sulle possibili ripercussioni di una nuova ondata migratoria verso l'Europa

Redazione
Barcone di immigrati

Foto ANSA

Un invasione di immigrati che non solo non accenna a smettere, ma che rischia di aumentare. Ad ingrossare le fila dei presunti profughi potrebbero esservi un numero molto rilevante di extracomunitari provenienti dal Sud Sudan. Il paese africano, che di recente è divenuto indipendente secedendo dal Sudan, è al centro di gravissimi problemi sia economici che politici con continui scontri armati tra le varie fazioni presenti sul territorio che hanno già provocato centinaia di vittime.

A spiegarlo è l'Osservatore Romano in un articolo del 4 agosto dal titolo "Sud Sudan questione europea". Scrive il quotidiano della Santa Sede: "Se il Sud Sudan viene ignorato, l’ondata di profughi che raggiungono le coste europee potrebbe ingrossarsi": è quanto ha dichiarato monsignor Edward Hiiboro Kussala, vescovo di Tombura-Yambio e presidente dell’Inter-Faith Council for Peace Iniziative (Icpi) nella Western Equatoria. Monsignor Kussala ha rivolto un appello alla comunità internazionale perché "continui a svolgere il suo ruolo chiave per persuadere il presidente, Salva Kiir, e l’ex vicepresidente, Rieck Machar, a tornare al tavolo negoziale e ad attuare l’accordo di condivisione di potere firmato nell’agosto dello scorso anno".

La situazione di crisi nel "più giovane stato del mondo", poverissimo malgrado vi siano concentrate enormi giacimenti di petrolio ed altre risorse minerarie, è sempre più esplosiva tanto che i nuovi scontri tra le due fazioni hanno visto l'ex vicepresidente Machar, scappare dalla capitale Juba ed essere destituito dalla carica. "La situazione umanitaria a Juba e nel resto del paese è precaria, conclude l’Osservatore Romano, "la gente muore di fame e sono soprattutto le organizzazioni cattoliche e di altre confessioni a farsi carico dell’emergenza".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia
Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit

Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU