L'ULTIMA SPARATA DEL SINDACO BUONISTA

Orlando scrive a Juncker: "Processo di 'fascistizzazione', aprite infrazione contro Italia"

Per il sindaco di Palermo: "Si assiste di fatto ad un processo di 'fascistizzazione' da parte di taluni organi dello Stato, che tendono ad accentrare i poteri"

Fabio Cantarella
Leoluca Orlando

"I fatti politici ed istituzionali, avvenuti in Italia negli ultimi mesi, dimostrano come il tema dei migranti sia diventato, come prima era stato in altri paesi europei, soltanto la scusa per costruire un attacco politico ed istituzionale allo Stato di Diritto, alle libertà fondamentali di tutti, alle libertà civili e politiche, alla libertà di espressione e di associazione". Leoluca Orlando, sindaco buonista di Palermo, lo ha scritto al presidente del parlamento europeo David Sassoli, al presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker, alla presidente della Commissione Europea Ursula Von Der Leyen, ai capi di stato e di governo degli stati membri dell'Unione, arrivando a chiedere che sia valutata l'apertura di una procedura di infrazione contro l'Italia per violazione dell'articolo 2 del Trattato sull'Unione, ossia quello che riguarda i diritti fondamentali.

Nella sua lettera il sindaco di Palermo, già noto alle cronache per iniziative più uniche che rare per un rappresentante di cittadini italiani, attacca duramente il decreto sicurezza e il successivo decreto sicurezza bis, ma anche le direttive del ministero dell'Interno sulle forze di polizia perché a suo avviso "tendono a fare delle forze di Polizia uno strumento, quasi personale e ad uso del Governo o di una sua parte, di repressione del dissenso, della libertà di espressione e della libertà d'informazione". E ancora: "le disposizioni a corpi militari dello Stato da parte del ministro dell'interno costituiscono un pericoloso tentativo di manipolare la azione delle Forze Armate e delle Forze di Polizia che hanno costituito e costituiscono ancora oggi un presidio fondamentale di rispetto della legalità costituzionale e della democrazia della nostra Repubblica".

"Migranti come gli ebrei". Per Orlando "oggi i migranti sono ciò che gli ebrei furono negli anni '30 del secolo scorso, i primi ad essere attaccati e perseguitati, cui seguirono le altre minoranze e poi le comunità nel loro complesso, con la negazione e la compressione dei diritti di tutti e di tutte". Per Orlando, quindi: "Si assiste di fatto ad un processo di 'fascistizzazione' da parte di taluni organi dello Stato, che tendono ad accentrare i poteri, negandone la divisione che è elemento fondamentale per un sano equilibrio e per la tenuta democratica. Lì dove l'accentramento non è possibile, come nel caso del Potere Giudiziario, si susseguono attacchi e tentativi di delegittimazione".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

ArcelorMittal, Rixi: "La Lega ha venduto i bond nel 2015"
crolla l'impianto accusatorio dei compagni giallorossi

ArcelorMittal, Rixi: "La Lega ha venduto i bond nel 2015"

Salvini: "Al voto dopo l'Emilia Romagna. Si fanno male da soli"
"Se M5S non presentano lista scompaiono dalla faccia della terra"

Salvini: "Al voto dopo l'Emilia Romagna. Si fanno male da soli"

Centro anziani di Ostia: "Qui Salvini non entra"
la democrazia delle anime belle

Centro anziani di Ostia: "Qui Salvini non entra"

ArcelorMittal, Rixi: "La Lega ha venduto i bond nel 2015"
crolla l'impianto accusatorio dei compagni giallorossi

ArcelorMittal, Rixi: "La Lega ha venduto i bond nel 2015"

Salvare l'Ilva? Tutti in vacanza
la denuncia del senatore calderoli

Salvare l'Ilva? Macché, tutti in vacanza


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU