TRASPORTI INSICURI

"Quegli immigrati ci terrorizzano", cresce la paura sui treni della Lombardia

Nella tratta Cremona-Mantova, al calare del buio salgono a bordo dei treni molti extracomunitari, che si divertono ad importunare un po' tutti i passeggeri. E si è già verificato qualche caso di violenza vera e propria

Francesco Vozza
"Quegli immigrati ci terrorizzano", cresce la paura sui treni della Lombardia

Sui treni che effettuano la tratta Cremona-Mantova quando cala il buio sale la paura degli italiani: i vagoni, infatti, iniziano a riempirsi di immigrati, spesso sbandati e pericolosi, che con arroganza ne combinano di tutti i colori agli altri passeggeri. E sono davvero in tanti a raccontare di aver avuto delle bruttissime esperienze su questi treni: "Ci ritroviamo ogni giorno in treno con ragazzi extracomunitari - ha svelato una studentessa appena diciottenne - che giocano a fare i prepotenti con noi. Sono inconfondibili: girano in 'branco' e siedono agli ultimi posti del convoglio, perché sono sempre sprovvisti del biglietto. Si divertono a spaventarci, a fare i 'grossi' con i più deboli che si ritrovano a viaggiare a bordo di treni deserti. Loro sono 'intoccabili', in pochi osano chieder loro il biglietto, per il timore che questi possano reagire male e alzare le mani. L'ultimo vagone - conclude la ragazza - solitamente è casa loro, dove mangiano, lasciando cartacce e avanzi di cibo sui sedili, e bivaccano in completa libertà. La settimana scorsa hanno rotto una porta, qualche tempo fa il vetro del convoglio e la macchina obliteratrice della stazione.".

Ma questo non è il solo racconto che descrive una situazione di evidente degrado e pericolo sui treni della Lombardia: "Prendere il treno è diventato rischioso - ha dichiarato ai giornalisti un pendolare -. Siamo completamente da soli e alla mercé di chiunque voglia salire per farci del male. I gruppi di bulli extracomunitari si approfittano della fragilità di molti miei coetanei, che non si difendono di fronte alle sopraffazioni. Basta uno sguardo, considerato da loro inopportuno, per far scattare dispetti e umiliazioni. Non c’è il minimo controllo - conclude -, neppure dopo gli episodi di violenza che si sono verificati non molto tempo fa.". Già, perché ci sono stati anche atti di violenza su questi treni, ma ciò non è bastato a convincere le istituzioni ad intervenire. Ed ancora una volta la voce dei cittadini rischia di restare completamente inascoltata. Con buona pace della sicurezza e del rispetto della legalità.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Giggino, il (quasi) fallito, ha 60 giorni per trovare 2 miliardi
Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio
chiedeva soldi davanti al centro commerciale di guidonia

Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Latina, sorprende ladro, spara e ne uccide uno
Avvocato esplode 8 colpi di pistola

Latina: sorprende ladro, spara e ne uccide uno


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU