"COSA NOSTRA S.P.A."

Il nuovo libro del magistrato Ardita: "Proventi del crimine celati nell'economia"

Come denuncia da tempo Ardita, la mafia che domina non è più quella militare, ma quella che negli anni ha intessuto rapporti a vari livelli ...

Fabio Cantarella
Il nuovo libro del magistrato Ardita: "proventi del crimine celati nell'economia"

Tra i suoi libri più apprezzati c'è "Ricatto allo Stato. Il 41 bis, le stragi mafiose, la trattativa tra cosa nostra e le istituzioni", ma anche "Catania Bene. Storia di un modello mafioso che è diventato dominante". Adesso Sebastiano Ardita, magistrato catanese e presidente della Prima sezione del Consiglio superiore della magistratura, torna in libreria con un nuovo volume che è destinato ad aprire una seria riflessione sulle strategie messe in campo per il contrasto al fenomeno mafioso, a partire dalla natura e dalla qualità delle risorse che uno Stato attento e responsabile deve pensare di mettere in campo: "Cosa Nostra S.p.A."

Perché, come denuncia da tempo Sebastiano Ardita, la mafia che domina non è più quella militare, quella che uccideva tra le strade uomini dello Stato e mafiosi indistintamente, quella che faceva parlare di sé per la sua ferocia che di umano non aveva nulla. Non è più così da tempo, c'è un nuovo modello criminale che partendo da Catania si è ormai affermato, è come un fuoco che cova sotto la cenere e passo dopo passo si divora divora gli spazi di legalità. Un cancro che si mimetizza nell'economia e nella politica.

Nella sua ultima opera, il magistrato Ardita smaschera il sistema su cui si poggia la nuova mafia, una cosa nostra che ai nostri giorni, ormai da tempo, coltiva rapporti con la società che conta, con il mondo politico, economico e istituzionale. I proventi del crimine vengono ormai reinvestiti, mischiati, celati nell'economia con la compiacenza di professionisti e imprenditori.

Una contaminazione che purtroppo è avvenuta anche in modo del tutto inevitabile, coi figli dei boss sanguinari che un tempo andavano a scuola con quelli di imprenditori e professionisti più in vista. Sono cresciuti assieme e hanno instaurato rapporti che adesso hanno cancellato ogni visibile linea di demarcazione tra il primo e il secondo mondo. Tra il bene il male ...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Toccatevi le palle, arrivano i consigli di chi ci ha messo in ginocchio
prodi: "lo Stato diventi azionista per difendere le imprese"

Toccatevi le palle, arrivano i consigli di chi ci ha messo in ginocchio

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Ancora una commemorazione che non appassiona e non unisce gli italiani
2 Giugno: Festa della Repubblica… un tuffo nella storia

Ancora una commemorazione che non appassiona e non unisce gli italiani

Bonomi: "La politica fa più danni del covid". S'incazza Mortadella
"È un'affermazione distruttiva, non costruttiva"

Bonomi: "La politica fa più danni del covid". S'incazza Mortadella

Vienna vuole i soldi dei turisti italiani. Ma chiude le porte in faccia al Nord
italiani, sostenete la nostra economia: vacanze a casa nostra!

Vienna vuole i soldi dei turisti italiani. Ma chiude le porte in faccia al Nord

Urina per strada, gliele suonano con il casco della moto
firenze, ventenne le prende da un passante

Urina per strada, gliele suonano con il casco della moto

Ancora una commemorazione che non appassiona e non unisce gli italiani
2 Giugno: Festa della Repubblica… un tuffo nella storia

Ancora una commemorazione che non appassiona e non unisce gli italiani

Conte torna a promettere soldi a pioggia. Dallo strozzinaggio Ue
"piano strategico per nuovo patto produttivo"

Conte torna a promettere soldi a pioggia. Dallo strozzinaggio Ue

Quanto si muore di Aids in Italia
Hiv e Aids, gli ultimi dati dell'Istituto superiore di sanità

Quanto si muore di Aids in Italia


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU