Rom e zecche rosse contro le coop

Ugo
Rom e zecche rosse contro le coop

La voce libera dei Rom sposa le posizioni della Lega Nord riguardo le coop: mangeria legalizzata e sfruttamento dei lavoratori. Auspicato l'intervento della Guardia di Finanza. E' quanto è stato possibile udire sabato 21 su Radio Onda d'Urto (famigerata emittente della estrema sinistra lombardoveneta) da Bairam Osmani, attuale conduttore di La Voce Rom (romanò krlo), ventennale rubrica pomeridiana bilingue, o quasi, considerandone l'italiano men che approssimativo. Nell'ambito di una dura critica alle cooperative, Aidas di Terni in primis, colpevoli di sfruttare i lavoratori pur godendo di ampi benefici economici pubblici, e di rado denunciate per un diffuso timore analogo a quello suscitato dalle mafie, il conduttore se l'è presa anche con la bresciana cooperativa sociale Cauto, che a suo dire percepirebbe 5 milioni di euro/anno dal pubblico, a fronte degli stipendi irrisori dei suoi collaboratori (dai 500 agli 800 euro, sempre a detta del nostro). Per dovere di cronaca, da vent'anni "mission" di Cauto è il reinserimento lavorativo di persone disagiate negli ambiti della raccolta recupero e rivendita o smaltimento dei rifiuti, interventi edili e su spazi pubblici. I cittadini bresciani fruiscono del servizio gratuito di prelievo a domicilio di mobilio ed oggetti ingombranti. Bairam, che su Linkedin si definisce giornalista ROM, auspica l'intervento della Guardia di Finanza quale braccio armato fiscale di questo stato italiano a cui egli sostiene di aver giurato fedeltà (forse nell'acquisirne la cittadinanza?). Meglio farebbe l'italia, afferma, a impiegare le medesime risorse per risolvere direttamente tanti problemi di casa e lavoro per disagiati italiani e stranieri. Senza entrare nel merito della veridicità degli addebiti, vien spontaneo chiedersi se, nel caso specifico di Cauto, tanto zelo accusatorio non sia in qualche modo correlato ad una posizione di predominio della medesima in ambiti tradizionalmente appannaggio di quei Rom che lavorano, ovvero piccola edilizia e soprattutto recupero di rottami. E a questo punto la vicenda potrebbe intrecciarsi con un altro preoccupante fenomeno in costante sviluppo, il recupero a domicilio di oggetti e vestiario ad opera di misteriose onlus e associazioni, ma spero vi sarà occasione di parlarne in dettaglio più avanti. Ugo Bresciani

Brescia BS, Italia

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Amore Criminale: e i suoi frutti amari"

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU