Il business dell'immigrazione

Scoperti a Catania centri illegali per la raccolta dei clandestini

Una banda di somali gestiva gli appartamenti e si faceva dare soldi dai connazionali per "liberarli"

Alessio Colzani
Scoperti a Catania centri illegali per la raccolta dei clandestini

La Polizia mentre esegue i fermi in un centro illegale. Foto ANSA

Un "centro di raccolta" di somali appena sbarcati in Sicilia realizzato e gestito da loro connazionali in diversi appartamenti di Catania, dove venivano tenuti clandestini che dovevano poi pagare per essere lasciati andare, è stato scoperto dalla Polizia che ha eseguito un fermo emesso dalla Direzione distrettuale antimafia della Procura etnea nei confronti di 13 somali indagati, a vario titolo, per associazione per delinquere e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Indagini della squadra mobile di Catania e del Servizio centrale operativo, da ottobre 2015 a maggio 2016, hanno permesso di fare luce su un'organizzazione che tratteneva illegalmente immigrati somali in attesa che le rispettive famiglie, contattate telefonicamente, pagassero un "riscatto". In più operazioni la polizia ha "liberato" diverse decine di somali, compresi minorenni, che erano in case di Catania e dell'hinterland gestite dall'organizzazione.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Perfino Cacciari da ragione a Salvini
"PRIMA GLI INTELLETTUALI!"

Perfino Cacciari dà ragione a Salvini

Val di Sua, le "zecche rosse" scatenano la guerriglia pro immigrati. Attacchi alla polizia
tensioni al confine Italia-Francia, vandalizzato golf club Claviere

Val di Sua, le "zecche rosse" scatenano la guerriglia pro immigrati. Attacchi alla polizia

Riuscito trapianto di faccia a Roma
ora in coma farmacologico

Riuscito trapianto di faccia a Roma

Ricattato dopo il sesso, 2 arresti
estorsione a genova, due in manette

"Filmato mentre facevi sesso. O paghi o..."

Napoli, parcheggiatore abusivo: "Dammi i soldi o ti rompo l'auto"
Aveva chiesto ad automobilista il pagamento di 3 euro

Napoli, parcheggiatore abusivo: "Dammi i soldi o ti rompo l'auto"

Sopravvissuto al ponte Morandi: "Qualcuno paghi"
Ardini era rimasto appeso all'auto a venti metri di altezza

Sopravvissuto al ponte Morandi: "Qualcuno paghi"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU