Botte da orbi

Epurazioni nel Pd: in Basilicata fatto fuori presidente No-Triv del Consiglio

Piero Lacorazza, tra i promotori del referendum anti trivelle, sostituito alla presidenza del Consiglio regionale da un esponente dell'UdC

Alessio Colzani
Epurazioni nel Pd: in Basilicata fatto fuori il presidente No-Triv del Consiglio regionale

Piero Lacorazza, ex presidente del Consiglio regionale della Basilicata. Foto ANSA

Si moltiplicano le tensioni nel partito del premier: dopo il pesantissimo scontro tra il ministro Boschi e Gianni Cuperlo sul referendum costituzionale, pietro dello scandalo è ora un altro referendum, quello sulle trivellazioni. Piero Lacorazza, ormai ex presidente del Consiglio regionale della Basilicata, è stato rimosso per far posto a Franco Mollica, esponente dell'Unione di Centro. La motivazione però non è solo la necessità di allargare all'Area Popolare la maggioranza di centrosinistra guidata dal governatore Marcello Pittella. La verità sta nel commento di Roberto Speranza, capo della sinistra Pd: "Apprendo con grande rammarico che il primo atto della moratoria proposta ieri da Renzi è l'epurazione del presidente del consiglio regionale in Basilicata avvenuta per mano del neo renzianissimo presidente Marcello Pittella, Lacorazza è stato tra i protagonisti della campagna referendaria sulle trivelle. Oggi con una scelta sconsiderata e priva di qualsiasi legittimazione formale si è deciso di epurarlo rompendo l'unità del Pd".

Nel pomeriggio il capogruppo dei Dem nell'assemblea lucana, Roberto Cifarelli, ha "restituito il mandato al gruppo", lo ha annunciato in un tweet lo stesso consigliere regionale vicino alle posizioni di Lacorazza e di Speranza. Mentre il Pd si gratta le ferite, i centristi ovviamente esultano: "L'elezione di Franco Mollica è il frutto del primo organico accordo tra Pd e Area popolare", dichiara il senatore del gruppo di Area popolare Ncd-Udc Guido Viceconte – contestualmente si è anche costituito il gruppo consiliare di Area popolare con capogruppo Aurelio Pace, che quindi così trova una completa rappresentanza all'interno dell'Aula regionale". La decisione di Pittella, di fatto, ha spaccato in modo insanabile il Pd lucano, eseguendo le direttive renziane e facendo fuori Lacorazza, colpevole di essersi esposto personalmente per il "Sì" al referendum contro le trivelle dello scorso 17 aprile.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

La Consulta boccia la Legge Madia. La Lega: "Sentenza storica"
le mani di renzi sulla pubblica amministraZIONE

La Consulta boccia la Legge Madia. La Lega: "Sentenza storica"

Schiforma Renzi: Sabina Guzzanti imita la Boschi e...
come dire la verità ridendo e scherzando

Schiforma Renzi: Sabina Guzzanti imita la Boschi e...


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU