fermati dalla guardia di frontiera

Polonia, quattro tagiki arrestati per terrorismo

Bloccati con l'accusa di cercare di reclutare musulmani convertiti per compiere attacchi jihadisti. Saranno espulsi

Redazione
Polonia, quattro tagiki arrestati per terrorismo

Quattro uomini di nazionalità tagika sono stati fermati dagli agenti della polizia di frontiera polacca con l'accusa di cercare di reclutare musulmani convertiti per compiere attacchi terroristici. Lo ha confermato Stanislaw Zaryn, portavoce del ministro dell'Interno Mariusz Kaminski, che coordina le forze speciali polacche. I quattro uomini saranno espulsi e sarà loro impedito un nuovo ingresso in territorio polacco e nel resto dell'area di Schengen.

Zaryn ha spiegato che stavano tentando di reclutare persone da usare per compiere attentati terroristici. Sono stati ispirati dall'Isis ma non sono membri dell'organizzazione. "Sulla base delle informazioni raccolte dall'Agenzia di sicurezza interna (Abw), sono stati fermati dagli agenti di frontiera", ha precisato.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Buffalo, si dimettono 57 agenti della squadra rapida
i loro colleghi hanno buttato a terra un anziano

Buffalo, si dimettono 57 agenti della squadra rapida

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

I morti covid e la vergogna rossa
bersani: "Con la destra al governo non sarebbero bastati i cimiteri"

I morti covid e la vergogna rossa

Buffalo, si dimettono 57 agenti della squadra rapida
i loro colleghi hanno buttato a terra un anziano

Buffalo, si dimettono 57 agenti della squadra rapida

Non solo Floyd: Atlanta, due agenti licenziati per abuso di forza
negli usa "sbirro bastardo" non è una novità

Non solo Floyd: Atlanta, due agenti licenziati per abuso di forza

Venezuela, l'anti-Maduro ha trovato rifugio nell'ambasciata francese
contesta il regime comunista, rischia la pelle

Venezuela, l'anti-Maduro ha trovato rifugio nell'ambasciata francese


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU