"Ha vinto il popolo"

Il premier ungherese Orbán: "Grazie a Trump, ora il mondo è un posto migliore"

Il primo ministro magiaro non nasconde l'apprezzamento per il programma di contrasto all'immigrazione illegale del nuovo presidente degli Stati Uniti

Redazione
Il premier ungherese Orbán: "Grazie a Trump, ora il mondo è un posto migliore"

Viktor Orbán e Donald Trump. Composizione da foto ANSA

Il primo ministro ungherese Viktor Orbán, dopo aver accolto con favore l'elezione di Donald Trump alla Casa Bianca, complimentandosi con lui nell'immediatezza del risultato, è tornato venerdì 11 novembre a tessere le lodi del tycoon repubblicano: "Il mondo ora è un posto migliore, grazie al nuovo presidente degli Stati Uniti" ha ribadito il premier magiaro, che è stato l'unico capo di governo dell'Unione europea ad aver apertamente sostenuto il magnate durante la campagna elettorale.

Orbán ha aggiunto che "ha vinto il popolo" e che ora "il mondo entrerà in una nuova era". In merito alle relazioni diplomatiche tra Budapest e Washington il capo del governo ungherese si aspetta dal nuovo presidente una "politica a 180 gradi" e non nasconde l'apprezzamento per il programma di contrasto all'immigrazione illegale. L'Ungheria era stata duramente criticata dal presidente uscente Barack Obama, che aveva accusato il governo magiaro di aver indebolito la democrazia.

"Abbiamo avuto un problema con il precedente governo americano, con il presidente e la sua politica estera che seguendo la sua ideologia pretendeva di esportare la democrazia all'estero", ha detto Orbán, sottolineando che Washington "ha sostenuto il processo di invasione". Il premier, che si oppone al sistema europeo di reinsediamento dei clandestini, ha ricordato che "gli americani ora hanno scelto un presidente che la pensa come noi sull'immigrazione" col quale conta di poter collaborare in modo proficuo.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

La Guardia Costiera libica: "Le Ong aiutano gli scafisti"
dicono apertamente ciò che l'italia nasconde

La Guardia Costiera libica: "Le Ong aiutano gli scafisti"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU