una richiesta che farà discutere

Il vescovo di Matera: "Ai profughi le case sfitte"

Dall'appello del presule sembra che tutti scappino dalla guerra, quando si tratta di un'estrema minoranza. E gli italiani? Quelli sempre dopo.

Redazione
Il vescovo di Matera: "Ai clandestini le case sfitte"

Foto Wikipedia, autore Luigip88 (Antonio Giuseppe Caiazzo dopo la sua consacrazione episcopale)

Un appello affinché "anche pochi profughi" siano ospitati "in alcune delle tantissime case sfitte presenti sul nostro territorio", è stato lanciato lunedì al clero e ai fedeli dall'arcivescovo di Matera-Irsina, monsignor Pino Caiazzo. Nella lettera il presule ha ringraziato sacerdoti, religiosi e religiose e i fedeli laici "per quanto avete fatto e state facendo" per accogliere coloro che fuggono "da Paesi in guerra, affamati e senza più niente".

La chiesa locale ha accolto 12 persone nel santuario della Palomba, esempio che, secondo il presule, dovrebbe essere seguito da chiunque abbia disponibilità. "Il prefetto di Matera - scrive il Vescovo - è in seria difficoltà per l'accoglienza nei nostri comuni". Insomma, bisogna aiutare l'invasione. La conclusione è nel segno del più vivo "buonismo", che come sempre non distingue tra chi scappa veramente dalla guerra (e i dati ufficiali dicono trattarsi di un'estrema minoranza, intorno al 5% secondo le ultime statistiche) e chi invece sbarca in Italia per migliorare la propria condizione economica: "Storie di uomini, donne, giovani, bambini davanti a cui e' impossibile non piangere o rimanere indifferenti". Chissà che cosa ne pensano i fedeli lucani, che vivono in una regione con già tantissime difficoltà. Ma forse, secondo certi vescovi, l'Africa intera in Basilicata ci sta...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Referendum, anche il sindaco di Genova si smarca: "Voto No"
l'annuncio del primo cittadino marco doria

Referendum, anche il sindaco di Genova si smarca: "Voto No"

Accoglie in casa 20 profughi e finisce malissimo: "Stanno distruggendo tutto"
l'accorato appello della buonista

Accoglie 20 profughi, le sfasciano la casa


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU