ci sfotte e se la ride

Battisti: "Non tornerò mai in Italia"

"Erano almeno quattro mesi che mi stavano dietro per organizzarmi questo trappolone", ha dichiarato l'ex militante dei Pac condannato a quattro ergastoli in Italia

Redazione
Battisti: "Non tornerò mai in Italia"

"Non tornerò mai in Italia": lo ha ribadito l'ex terrorista Cesare Battisti in un colloquio con un giornalista del Giornale in un bar vicino a San Paolo, svoltosi pochi giorni dopo la libertà provvisoria concessagli da un tribunale regionale del Brasile. "Ma tu pensi che se avessi voluto andarmene sarei scappato da Corumbà?", ha chiesto al giornalista Battisti, insistendo che quando è stato fermato al confine con la Bolivia non voleva fuggire all'estero.

"Erano almeno quattro mesi che mi stavano dietro per organizzarmi questo trappolone", ha aggiunto l'ex militante dei Pac condannato a quattro ergastoli in Italia, "mi hanno voluto incastrare ma io non ho fatto un bel nulla e sono sicuro che con i documenti che ho appena mandato a San Paolo i miei avvocati riusciranno ad ottenere la nullità di questo nuovo processo in breve tempo".

Quanto a Lula, l'ex presidente del Brasile che all'ultimo giorno di mandato gli aveva concesso protezione, Battisti ha affermato che "sicuramente ha grane (con la giustizia, Ndr) più grandi" delle sue. "Ma io", ha aggiunto, "devo al suo decreto, che dopo cinque anni non è più revocabile, se oggi sono un immigrato con visto permanente e con gli stessi diritti dei brasiliani e, dunque, libero di uscire ed entrare da questo Paese che mi protegge come e quando voglio". 


Battisti si è anche lamentato dell'assedio dei media: "Stamane hanno fotografato senza nessun rispetto mio figlio di 4 anni, spaventandolo. Sono costretto a non reagire e a mantenere la calma per ovvi motivi, sempre e in ogni caso, ma spesso i giornalisti sono senza rispetto e a volte dei veri 'filhos da puta'". 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bologna, col velo in tribunale. Il giudice la fa uscire
"non si può stare col capo coperto"

Bologna, col velo in tribunale. Il giudice la fa uscire


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU