oggi si vota per il sabor

Elezioni in Croazia: i populisti ago della bilancia

Decisiva per il nuovo Governo potrebbe essere la nuova formazione centrista e populista Most guidata da Božo Petrov ed emersa come terza forza politica del Paese

Alfredo Lissoni
Elezioni in Croazia: i populisti ago della bilancia

Božo Petrov, l'integerrimo e virtuoso leader populista di Most nezavisnih lista

Si sono aperti questa mattina in Croazia alle 7 (stessa ora italiana) i seggi per le elezioni politiche anticipate, che vedono i due principali schieramenti - il centrosinistra guidato dall'ex premier Zoran Milanovic e il centrodestra che fa capo all'eurodeputato Andrej Plenkovic - praticamente appaiati. Una situazione questa che fa temere un esito analogo a quello delle precedenti elezioni del novembre scorso, seguite da un totale impasse e da una lunga crisi politica sfociata nella caduta del governo conservatore dopo soli cinque mesi. I seggi chiuderanno alle 19, e subito dopo saranno diffusi gli exit poll.


Gli elettori sono 3,8 milioni, chiamati a scegliere i 151 deputati del Sabor, il parlamento monocamerale della Croazia dove vige lo sbarramento al 5%. Con socialdemocratici e conservatori dati entrambi dagli ultimi sondaggi intorno al 30-35 percento dei consensi, si prospetta una battaglia all'ultimo voto. Se l'esito dovesse essere sul filo del rasoio, ago della bilancia per la formazione del nuovo governo - come accaduto dieci mesi fa - potrebbe essere la nuova formazione centrista e populista Most (Il ponte) guidata da Božo Petrov ed emersa come terza forza politica del Paese, anche se alcuni opininisti non escludono una grande coalizione fra i due principali schieramenti, in funzione anti-populista, come accaduto in Francia per battere Marine Le Pen.


Božo Petrov, psichiatra 36enne dell'Ospedale bosniaco di Mostar e sindaco della città dalmata di Metković, è un volto fresco e nuovo della politica croata e fa tremare i vecchi arnesi dell'establishment tradizionale. Leader di Most nezavisnih lista, ha iniziato a far politica nel 2012. Come sindaco, si è distinto per aver ridotto al minimo il suo stipendio e quello dei consiglieri comunali. Ha dimezzato la voragine del debito pubblico locale. I suoi deputati lavorano come volontari, mentre gli onorari dei consiglieri ammontano simbolicamente ad 1 kuna, un settimo di un euro. Petrov ha abolito anche il compenso ai componenti degli organi di vigilanza e dei consigli di gestione, le spese di rappresentanza (di 10 volte) e le spese di viaggio (di 8 volte). Ha messo fine a vari appalti pubblici costosi ed introdotto la trasparenza della spesa pubblica. Il suo lavoro virtuoso per il risanamento del bilancio della città lo ha portato ad essere dichiarato il miglior sindaco della Regione.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU